Notizie locali
Se l'ex governatore antimafia sfugge all'Antimafia: «Non cercatemi più»

Cronaca

Se l'ex governatore antimafia sfugge all'Antimafia: «Non cercatemi più»

Di Redazione

L’ex governatore antimafia (e non solo lui) continua a sfuggire all’Antimafia. Rosario Crocetta, convocato dalla commissione dell’Ars per un’audizione sullo strano caso dello scioglimento del Comune di Scicli, rifiuta per l’«impossibilità di presenziare» a Palermo. «Sono in Tunisia: se vengo in Sicilia devo farmi una doppia quarantena», risponde, poco meno di due settimane fa, alla commissione di Claudio Fava.

Pubblicità

Il lockdown ha sdoganato altri sistemi di comunicazione, anche in forma ufficiale. Eppure, quando i funzionari gli propongono la videoconferenza, l’alibi di Crocetta è che «qui non ho internet che funziona bene», poiché «il collegamento è inaffidabile». Per la commissione sarebbe importante ascoltare la versione dell’ex crociato anti-manciugghia nei palazzi della Regione, tanto più in un’inchiesta che incrocia affari sui rifiuti e complicità istituzionali non soltanto nel caso di Scicli.

E allora, extrema ratio, ecco il “piano C”: facciamo una semplice audizione telefonica? La risposta è ancora no. L’ex governatore è nella sua amata Tunisia in una nuova dimensione spirituale. Chiuso nel «silenzio», per «curarsi l’anima». Lui che, nel ritiro-esilio, si è «allontanato definitivamente dalla politica siciliana», gradirebbe di non essere più inviato, perché non vuole «litigare con nessuno». Il finale: «Comunque non so nulla, sui rifiuti non ho nulla da dire. Lasciatemi in pace, non cercatemi più».

Crocetta aveva già marcato visita in Antimafia sul sistema Montante. «Sono all’estero e non so quando tornerò», rispose nell’ottobre 2018 a Fava. Che, lo stesso giorno, pizzicò l’ex governatore alla buvette dell’Ars.

Per l’inchiesta su Scicli una mail d’invito è stata spedita anche all’ex senatore Beppe Lumia, all’epoca antimafiosissimo agit-prop della campagna (mediatica e politica) per lo scioglimento. A oggi nessuna risposta. Neanche alle successive telefonate.

Twitter: @MarioBarresi

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: