Notizie locali
Pubblicità

Messina

"Prima della visita lavatevi", primario si difende: «Era nell' interesse dei pazienti»

Di Redazione

MESSINA - «Sono passati circa 8 mesi da quando ho esposto il cartello. Il mio annuncio aveva, seppur forse in maniera poco convenzionale, lo scopo di sensibilizzare i pazienti su un punto assai delicato, quello dell’igiene personale, credetemi vi scongiuro, solo ed esclusivamente nell’ interesse dei pazienti». Lo scrive in una lettera a colleghi, e specializzandi il direttore di Nefrologia del Policlinico messinese, Michele Buemi, al centro di polemiche dopo che aveva affisso un avviso nel suo reparto ai pazienti scrivendo: "Lavatevi prima delle visite". «È evidente - prosegue Boemi - che potevo scrivere un asettico "l'igiene è una cosa seria", ma sarebbe stato percepito? I miei pazienti hanno patologie renali e spesso sono anziani fragili, pazienti complessi la cui gestione necessita particolare attenzione, anche da un punto di vista igienico. Faccio riferimento ad esempio ai pazienti sottoposti a Dialisi Peritoneale,la cui complicanza più temuta, e ahimè più frequente, è la peritonite, le cui conseguenze se non trattate con la dovuta cautela possono condurre a situazioni assai critiche se non alla morte.

Pubblicità

Discorso non diverso riguarda i pazienti trapiantati i quali, a seguito della terapia immunosoppressi va somministrata, presentano difese immunitarie fragili che li inducono ad essere più suscettibili a contrarre infezioni». «Prima che potessi conoscere i termini della questione - aggiunge - e senza riferirsi alla mia versione dei fatti,i rappresentanti dell’amministrazione aziendale ed universitaria sono intervenuti sui media per predisporre, con forza, procedimenti punitivi nei miei confronti e tutto ciò contro il normale iter amministrativo di cui il sottoscritto doveva, a mio parere, essere il primo informato».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: