Notizie locali
Pubblicità
Barcellona, ubriaca investe due ragazzini e scappa: denunciata

Messina

Barcellona, ubriaca investe due ragazzini e scappa: denunciata

Di Fabio Russello

Una ragazza di 22 anni è stata denunciata dai carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto per lesioni personali stradali, guida sotto l'influenza di sostanze alcoliche, fuga in caso di sinistro con danni a persone, omissione di soccorso a persone ferite in sinistro stradale. Tutto è accaduto lo scorso 16 agosto, in località Spinesante, quando la ragazza, alla guida della propria autovettura, ha urtato un ciclomotore condotto da un minore con a bordo un altro passeggero minorenne, allontanandosi dal luogo dell’incidente. A seguito dell’urto i due ragazzini sono stati soccorsi da un’ambulanza del 118 e trasportati all’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto. I militari hanno rintracciato, poco distante dal luogo dell’incidente, la giovane ancora a bordo della sua auto e hanno fatto intervenire i sanitari per prestarle le cure necessarie. I Carabinieri hanno avviato le indagini per ricostruire la dinamica dell’incidente attraverso le dichiarazioni di alcuni testimoni ed il sopralluogo appurando che la conducente dell’autovettura, immediatamente dopo l'impatto, non aveva ottemperato all'obbligo di fermarsi e dare soccorso ai feriti. Sottoposta al test alla ragazza è stato riscontrato un tasso alcolemico pari a 1,49 g/l nel sangue (tre volte il limite massimo). La sua auto era anche priva di assicurazione mentre il minorenne alla guida del ciclomotore non era in possesso di abilitazione alla guida poiché mai conseguita.

Pubblicità

La ragazza è stata denunciata alla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto per lesioni personali stradali, guida sotto l'influenza di sostanze alcoliche, fuga in caso di sinistro con danni a persone ed omissione di soccorso mentre a carico dei due conducenti sono state contestate le infrazioni al codice della Strada rispettivamente di guida senza assicurazione per la giovane donna e guida senza patente per il minore.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA