Notizie locali
Pubblicità

Politica

Urbani: «Berlusconi che scarica Dell'Utri e rinuncia alle tv è la fine di un'epoca»

Di Redazione

ROMA - «L'immagine di Berlusconi che rinuncia alle telecamere e alla difesa di un amico rappresenta plasticamente la fine di un’epoca», quella di Forza Italia. «Silvio voleva che FI nascesse e morisse con lui: è quello che sta accadendo». A dirlo è Giuliano Urbani, tra i fondatori di FI, in un’intervista pubblicata sull'edizione cartacea di Repubblica.

Pubblicità

La scelta di non parlare al processo di secondo grado sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia «non me l’aspettavo, sono sorpreso anche io. Immagino siano stati gli avvocati a spingerlo verso questa decisione, ma certo è una cosa che colpisce», osserva Urbani.

«Mai una volta, nella mia vita, ho sentito Silvio usare parole meno che lusinghiere nei confronti di Dell’Utri. E, visto che conosco bene anche Marcello, posso immaginare il suo dispiacere. Sa di essere stato una vittima sacrificale: non avrebbe incontrato le difficoltà giudiziarie sofferte se non fosse stato vicino al vero bersaglio, Berlusconi. E ora si vede abbandonato».

Nel merito della questione, «io non ho mai saputo di un ruolo della mafia nella nascita di Forza Italia e nel primo governo Berlusconi. La nostra era un’organizzazione che aveva in sé degli anticorpi, era quasi anarchica, tecnicamente impossibile un controllo dall’esterno», dichiara Urbani. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA