home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Bimbo sbranato dai cani a Scicli, assolti l'ex sindaco i veterinari dell'Asp

La Cassazione mette la parola fine al processo a Giuseppe Venticinque che in secondo grado era stato condannato a 5 anni e 9 mesi per la morte del piccolo Giuseppe Brafa

Bimbo sbranato dai cani a Scicli, assolti l'ex sindaco i veterinari dell'Asp

Giuseppe Brafa e il branco di cani che aggredì e uccise il bambino

RAGUSA - La Cassazione ha assolto l’ex sindaco di Scicli (Ragusa) Giovanni Venticinque, accusato di omicidio colposo in concorso per la morte del bambino Giuseppe Brafa di 10 anni, di Modica (avvenuta nel marzo 2009), sbranato in contrada Pisciotto da cani tenuti in custodia da Virgilio Giglio. Si chiude così il processo penale a carico del sindaco di Scicli, condannato in secondo grado a 5 anni e 9 mesi per la morte del bambino.

Oltre all’ex sindaco Venticinque sono stati assolti anche i veterinari dell’Asp di Ragusa, Antonino Avola, Roberto Turlà e Saverio Agosta, anche loro condannati in appello a 5 anni e un mese di reclusione, dopo che nel giudizio di primo grado invece erano stati assolti. I tre medici erano stati condannati a pagare una provvisionale di oltre 700 mila euro alle parti civili, oltre a subire l’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Nel pomeriggio del 13 marzo del 2009 una muta di cani randagi, padroni assoluti di quel territorio, sbranò Giuseppe, un bambino di appena dieci anni, intento a percorrere un viottolo in bicicletta.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa