Notizie locali
Pubblicità

Sicilians

Melissa Petitto dalla banda di San Cono ai Fatti vostri

Di Pasquale Almirante

San Cono (CATANIA) - Talvolta può accadere che il merito venga ripagato e che possa perfino raggiungere un piccolo paese, pressoché sconosciuto, se non fosse per le sue coltivazioni di fichidindia. E questa volta è accaduto al talento di Melissa Petitto, 27 anni, di San Cono che suonerà e canterà, a partire dal 14 settembre, dal lunedì al venerdì dalle 11.10 alle 13, con la band del maestro Stefano Palatresi, come bassista-cantante, nel famoso programma di Rai2 “I fatti vostri”, condotto, come è noto, dal mitico e spassoso Giancarlo Magalli, insieme con Samanta Togni.

Pubblicità

Un sogno che si avvera dunque e una avventura artistica che si apre, colma di speranze e aspettative, per questa straordinaria ragazza che sta passando alla ribalta nazionale, grazie certamente alla grande tradizione musicale del paese e alla locale “Associazione Musicale Vincenzo Longobardi”, la banda di San Cono dove entrò all’età di 11 anni suonando il flauto traverso sotto la guida del maestro Giuseppe Michele Randazzo, il quale, da ottimo talent-scout, ha sempre creduto in lei, nelle sue doti e nelle sua capacità, spingendola, saggiamente, a studiare e a fare della musica una vera e propria professione. Come appunto Melissa sta facendo, visti i brillanti risultati e considerata la carriera che le si para davanti, anche se dall’iniziale flauto traverso è passata, a 18 anni, allo studio del basso elettrico, «ma da autodidatta per il primo periodo», ama precisare, prendendo lezioni private. Due anni dopo, a 20 anni, ha iniziato lo studio accademico del contrabbasso presso il conservatorio Vincenzo Bellini di Catania dove ha conseguito la laurea.

Una ricerca artistica di grande rispetto, dunque, costellata da sacrifici, passione e pure di molta buona volontà, tanto che Melissa Petitto oggi suona il basso elettrico, il contrabbasso, canta e infine suona anche il vecchio flauto traverso, quello appreso a San Cono, nella banda dove la spinse la passione per la musica, grazie pure al padre, ex chitarrista, che le faceva ascoltare fin da bambina pezzi dei Queen e di chitarristi di fama mondiale.

«Con la banda di San Cono ho tantissimi bei ricordi», ci dice ripensando al paese, «e tanti amici, come Pino Randazzo (scomparso prematuramente) o Marisa o Filippo e pure lo zio Angelo che è un capo saldo della banda. Anche se l’amica del cuore rimane Marisa Seggio a cui mi unisce anche la passione per la musica». Tuttavia prima di approdare alla Rai, Melissa ha pure compiuto una sorta di pellegrinaggio artistico, un noviziato musicale esibendosi in tanti concerti, fra cui il più importante reputa quello presso l’Auditorium Rai di Palermo con la sua band “Chiedo Venia”, nella quale alla batteria suonava pure il suo ragazzo, Flaviano Pennisi. Ma c’è stata pure l’esperienza, con la “Milano Music Week”, presso un reparto ospedaliero oncologico, mentre ha collaborato in studio con artisti del calibro di Cesareo, il chitarrista degli “Elio e le Storie Tese”, o di Jeffrey Jey, cantante degli Eiffel65, o con Shaun Martin, della band Snarky Puppy e vincitore di 4 Grammy Award.

Una carriera di tutto rispetto, dunque, che l’ha condotta alla ribalta nazionale, alla Rai e dentro un programma seguitissimo, mentre il paese di San Cono, e non solo, già l’applaude, già si inorgoglisce, non vede l’ora di sentirla in diretta, annunciata da Magalli: ecco a voi… Melissa, sanconese, bellissima, dolce e modesta soprattutto, com’è nella tradizione del paese dove si lavora sodo, ma con obiettivi precisi che, seppure impensabili, si possono raggiungere purché la volontà non vacilli e la passione non si sfaldi. Intanto tutto il paese, coralmente, è accanto a lei e in prima fila il maestro Giuseppe Michele Randazzo, artista anche lui e ora orgogliosamente padrino di tanto ottimo e atteso talento.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA