Notizie Locali


SEZIONI
Catania 11°

NEWSLETTER

G20 flot sul clima, crisi in casa Juventus

Di Redazione |

L'ondata di maltempo sembra avere allentato la propria morsa sulla Sicilia orientale che prova a rialzarsi dopo il "lockdwon di fatto" imposto dall'alluvione dal timore che il ciclone "Apollo" potesse scaricare la propria forza e arrivare a terra. Il presidente della Regione Musumeci e il capo della Protezione civile regionale Cocina ringraziano i cittadini per il senso di responsabilità e le forze in campo per l'impegno. Ma c'è un altro uragano che mette in allarme la Sicilia perché il ritorno alla normalità fa emergere montagne  di spazzatura: soltanto a Catania 900 tonnellate di rifiuti in strada. E a metà novembre in Sicilia si riproporrà la questione delle discariche sature. In qiesto contesto s'inserisce il no del Tar alla richiesta di sospensiva del decreto assessoriale che aveva stoppato  l'impianto della società A2A per il trattamento  della frazione organiza dei rifiuti. 


G20, quasi flop sul clima.  Il summit di Roma confermerà l'intenzione di limitare il global warming a 1,5 gradi ma eviterà di indicare impegni stringenti. Questo almeno trapela in base a una  bozza del comunicato finale: «Rimaniamo impegnati nell'obiettivo di mantenere l'aumento della temperatura media globale ben al di sotto dei 2°C e di proseguire gli sforzi per limitarlo a 1,5» con «azioni significative ed efficaci» dei Paesi. Non si menziona però la necessità di «azioni immediate» e non c'è un riferimento all'obiettivo di emissioni zero entro il 2050 salvo un generico «entro la metà del secolo». Trovata invece l'intesa  sulla minimum tax per le multinazionali, punto su quale si registra un «ampio e trasversale» sostegno dei leader.  Tutti concordi anche sulla necessità di raggiungere gli obiettivi indicati dall'Oms per ridurre il divario di copertura vaccinale tra i Paesi: si punta a vaccinare almeno il 40% della popolazione globale entro il 2021 e almeno il 70% della entro il 2022. 


  Regioni ancora in ordine sparso sul piano per la terza dose di vaccino anti-Covid, mentre l'allarme resta alto per i contagi, in particolare tra i giovani: un positivo su 4 è under 20 e non  a caso cominciano i divieti in vista di Halloween. il punto in Sicilia, dove sino all'11 novembre ci saranno almeno due zone arancioni (a oggi Castel di Judica nel Catanese e Lercara Friddi nel Palermitano).  


E' stato il Tribunale di Enna a decidere sulla querela per diffamazione presentata dal giornalista Andrea Scanzi nei confronti del critico d'arte Vittorio Sgarbi, che è stato assolto: il giudice ha infatti derubricato la diffamazione in ingiuria. I due avevano battibeccato pesantemente in tv nel corso di "Carta Bianca", il programma condotto da Bianca Berlinguer. La competenza  deriva dal fatto che Sgarbi all'epoca dei fatti era residente a Calascibetta.


Comincia farsi pesante la crisi in casa Juventus: la squadra di Allegri ha infatti perso anche a Verona, dopo essere caduta in casa con il Sassuolo. Stasera il big match è Roma-Milan e il Napoli può approfittare del severo test che attende i rossoneri essendo impegnato in una  partita sulla carta più semplice, il derby con la Salernitana. Apre la domenica di campionato l'Inter, in casa con l'Udinese. COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA