Notizie locali
Pubblicità

Politica

Fosse ardeatine: Fico, custodire memoria dovere morale

Pagina dolorosa sia ammonimento perenne

Di Redazione

ROMA, 24 MAR - "L'eccidio delle Fosse Ardeatine è una ferita profonda nella storia del nostro Paese: 335 persone inermi trucidate con un colpo di pistola alla nuca. Per nascondere l'orrore commesso quel 24 marzo 1944, le volte della galleria della cava vennero fatte esplodere per ostruirne l'accesso. La maggior parte delle vittime erano detenuti politici, civili e militari, ma anche cittadini comuni rastrellati per la strada". Lo afferma il presidente della Camera Roberto Fico. "Questi martiri, insieme a tutte le altre vittime civili della barbarie nazifascista, appartengono alla nostra memoria collettiva: custodirne il ricordo rappresenta un dovere civile e morale per ognuno di noi. Ed è per questo che più tardi sarò alle Fosse Ardeatine con il presidente Mattarella. Dobbiamo dunque fare di questa pagina dolorosa un ammonimento perenne, un messaggio che non resti imprigionato tra le righe di un testo di storia, ma sia vissuto nel presente, nell'approccio quotidiano con gli altri, nella visione di una società in cui ognuno abbia il suo spazio, le sue idee, le sue opportunità, la sua dignità", conclude.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA