Notizie Locali


SEZIONI
Catania 25°

Politica

Regione, l’Ars elegge deputati-questori e il centrodestra aiuta Pd per ufficio di presidenza

Di Redazione |

PALERMO – Sono Giorgio Assenza di DiventeràBellissima, Giovanni Bulla dell’Udc e Salvatore Siragusa del M5s i tre deputati-questori eletti dall’Assemblea regionale siciliana. Non ce l’ha fatta Stefano Zito del M5s, che ha ottenuto 15 voti, cinque in meno dei 20 parlamentari che compongono il gruppo. Sette le schede bianche. 

Sei i deputati assenti, cinque dei quali della maggioranza, oltre a Claudio Fava della sinistra. Assenza ha ottenuto 32 voti, Bulla 30 e Siragusa 28. Arrivata quando già l’urna era stata aperta, il capogruppo del M5s Valentina Zafarana non ha potuto votare. «Mi spiace, è tardi», ha detto il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè rivolgendosi a Zafarana che insisteva per votare. 

L’Aula ha proseguito i lavori con l’elezione dei tre deputati-segretari. E il Pd è entrato nell’ufficio di Presidenza dell’Ars grazie al soccorso del centrodestra. La maggioranza per l’elezione dei deputati-segretari ha votato il proprio candidato Alfio Papale (Fi) e ha dato la seconda preferenza al renziano Nello Dipasquale, che è stato eletto. Il terzo deputato-segretario è Stefano Zito del M5s. Alfio Papale ha ottenuto 36 voti, Nello Dipasquale 34 preferenze e Stefano Zito ne ha ricevuti 19.

Ma La decisione di soccorrere il Pd permettendo ai dem di entrare nell’ufficio di Presidenza grazie all’elezione di un deputato-segretario (Nello Dipasquale) con i voti del centrodestra, apre una polemica interna alla maggioranza. Ad alzare la voce sono i deputati di FdI, rimasti fuori. I parlamentari hanno deciso di non votare per i deputati indicati dalla coalizione per questori e segretari.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati