Notizie Locali


SEZIONI
Catania 17°

IL PERSONAGGIO

Etna Comics, Giulio Mosca si racconta tra “baffi” e social

Il celebre illustratore e content creator ospite del festival catanese del fumetto svela come è riuscito ad esprimere la sua creatività

Di Laura Agata Cariotti |

All’Etna Comics di quest’anno, tra gli stand del padiglione F1, troviamo Giulio Mosca, in arte “Il Baffo”, celebre illustratore e content creator “con la passione per la pizza e per i bacini”.

Giulio, dopo aver conseguito a pieni voti la laurea in Graphic Design, lavora inizialmente per un’importante agenzia italiana per poi licenziarsi e diventare direttore creativo di una start up con altri due soci. Tuttavia, Giulio, sente la mancanza di creare qualcosa di personale che potesse esprimere a pieno la sua creatività: nasce così “ilbaffogram”, la sua pagina social di grande successo.

“Sentivo di dover mettere la mia creatività da qualche parte e ho scelto i social cosi da avere un impegno con tutti”: Giulio racconta il perché ha scelto i social come punto di svolta. Esordendo con “La notte dell’oliva”, da quel dì del 2017, il suo successo è frutto di un impegno costante seguito da celebri pubblicazioni, come “Sublimi banalità quotidiane per persone blu”, “La fine del mondo di qualcun altro” e “Le poesie si possono disegnare”, arrivando così agli ultimi successi on “Clorofilla” (2021) e “Ossitocina” (2022).

Uno dei tratti più iconici e un po’ bizzarri di Giulio sono sicuramente i suoi baffi, la base del suo nome d’arte: «Fanno parte di me e non cambierei mai nome. Li ho da molto tempo e non li toglierei neanche se smettessi di fare illustrazioni».

Lo stile di Giulio in tre parole? “Grafico, pratico e pop”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA