Notizie Locali


SEZIONI
Catania 25°

Dossier Medicina

L’Urologia dell’Arnas Garibaldi è prima in Sicilia per il trattamento chirurgico del cancro del rene

Di Redazione |

I risultati prodotti dal Piano Nazionale Esiti riportano che, presso l’Urologia dell’Arnas Garibaldi di Catania, diretta dal Prof. Mario Falsaperla, sono stati effettuati ben 80 interventi chirurgici per tumore del rene, la maggior parte di chirurgia complessa, mantenendo in Sicilia il primato rispetto alle altre strutture sanitarie.

Tali procedure vengono eseguite con Tecnica 3D/4K Advanced, metodica laparoscopica avanzata, capace di fornire una visione del terzo spazio, come in immersione nel campo operatorio con percezione degli ultra dettagli, migliorando così le performance chirurgiche, riducendo i tempi, il rischio di complicanze e di errori tecnici, lo sforzo cognitivo e il carico di lavoro dei chirurghi rispetto ai sistemi convenzionali in grado di garantire una visione bidimensionale. Tale metodica può essere associata alla Mini-laparoscopia che utilizza strumenti ultra-miniaturizzati da 3 mm al fine di minimizzare il danno estetico e funzionale, prevalentemente nella Chirurgia Ricostruttiva e nei pazienti giovani.

“Abbiamo dotato le nostre sale operatorie – ha detto Fabrizio De Nicola, Commissario Straordinario dell’Arnas Garibaldi – di nuove e moderne tecnologie, capaci di consentire l’esecuzione di interventi con le tecniche più avanzate, creando nuove opportunità per le specialiste chirurgiche della nostra azienda. E tra queste vi è certamente quella urologica”.

L’Urologia diretta dal Prof. Falsaperla, tra i primi in Italia ed Europa a praticare la Chirurgia Laparoscopica complessa, si distingue anche per elezione oncologica, quale Centro di Eccellenza ad Alto Volume, e la Chirurgia Mini-invasiva rappresenta il trattamento di prima scelta anche in casi difficili spesso dati inoperabili in altre strutture perfino in chirurgia tradizionale; un aspetto di fondamentale importanza, essendo le patologie neoplastiche urologiche tra le 10 con maggiore incidenza.

Le peculiarità chirurgiche, utilizzando la tecnica mini-invasiva laparoscopica 3D advanced, non riguardano solo la chirurgia del rene, ma interessano il trattamento di tutti i tumori genito-urinari, dalla chirurgia demolitiva della vescica e ricostruttiva dei tumori vescicali infiltranti realizzata completamente con modalità intracorporea, al trattamento dei tumori prostatici con tecnica nerve-sparing per il risparmio della potenza sessuale e dalla chirurgia ricostruttiva delle malformazioni renali e delle patologie complesse acquisite di vescica e uretere spesso su base iatrogena. L’UOC collabora con il Dipartimento delle chirurgie e con il Dipartimento Oncologico al fine di garantire l’approccio multidisciplinare dedicato ai pazienti oncologici così come da PDTA Regionale.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: