Notizie locali
Pubblicità

Sport

Calcio: Premier spendacciona, sforato tetto dei 2 mld

Chelsea ha investito di più. Nottingham con 21 nuovi giocatori

Di Redazione

ROMA, 02 SET - Nuovo strabiliante record di acquisti da parte dei club della Premier League che, nel corso del mercato estivo appena concluso, hanno ampiamente sfondato il tetto dei 2 miliardi di euro, tanto quanto speso assieme dai club italiani, spagnoli e tedeschi. L'ultimo squillo di una sessione senza precedenti è stato l'arrivo del brasiliano Antony, che il Manchester United ha pagato all'Ajax quasi 95 milioni. L'ennesimo colpo sensazionale di un mercato che ha visto ben nove dei 20 club della massima divisione d'Oltremanica, poco meno della metà, spendere oltre 115 milioni nelle ultime settimane. Contribuendo così ad un totale di spesa pari a 1,9 miliardi di sterline, ovvero 2,19 miliardi di euro: spazzato via il precedente record di 1,6 milioni, stabilito nel 2017. Questo conferma di un divario di forze economiche con il resto del Continente - nonostante il rallentamento a causa della pandemia - che, stagione dopo stagione si fa sempre più evidente, e per certi versi insostenibile per le rivali. Davanti a tutti, per investimenti e numero di talenti ingaggiati, il Chelsea. La nuova proprietà, sotto il controllo del milionario Usa Todd Boehly, ha speso quasi 300 milioni di euro, come mai nessun club prima d'ora. A Stamford Bridge sono arrivati Aubameyang, Sterling, Koulibaly, Cucurella e Fofana. Anche il Manchester United ha investito parecchio (circa 250 mln), stabilendo il nuovo primato di spesa, mentre è di una neopromossa, il Nottingham Forest, un altro primato piuttosto curioso: mai nessun club inglese, in una sola sessione di mercato, aveva tesserato ben 21 nuovi giocatori. Ritrovata la massima divisione dopo 23 anni di assenza, la squadra di Cooper ha investito ben 168 milioni.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: