Notizie locali
Pubblicità

Sport

Catania, versati al Fisco 220 mila euro per evitare la radiazione, ora bisogna scongiurare il fallimento

Lo showdown è previsto il 21 dicembre quando il Tribunale deciderà le sorti del club

Di Giovanni Tomasello

Un altro ostacolo superato. Il Catania Calcio ha versato i circa 220mila euro che mancavano per rispettare le scadenze fiscali di oggi saldando pure un residuo di stipendi risalenti al mese di giugno da corrispondere a quei giocatori fino allo scorsa stagione in forza al club rossazzurro.
Il bonifico consentirà alla squadra allenata da Francesco Baldini di proseguire il suo cammino in quel campionato che finora l’ha vista spesso protagonista come conferma l’ultima brillante affermazione nella super sfida di Sicilia di domenica scorsa al Massimino contro il Palermo.
Si va così avanti passando da un derby all’altro dal momento che domenica prossima il Catania sarà di scena al Franco Scoglio contro l’Acr Messina. Il rispetto della scadenza fiscale rappresenta una vera boccata d’ossigeno e adesso i pensieri sotto l’aspetto societario sono rivolti all’udienza di martedì 21 dicembre in cui i consulenti nominati dal Tribunale depositeranno la situazione patrimoniale del club etneo.
L’amministratore delegato del Catania, dott. Sergio Santagati assieme al dirigente Massimiliano Borbone e all’avv. Giuseppe Augello, legale della società rossazzurra sono volati a Roma dove si sono recati in Federazione fornendo le dovute garanzie.

Pubblicità

È chiaro che nel frattempo continueranno pure alcune interlocuzioni e dopo aver ricevuto una quindicina di giorni fa un contributo sotto forma di sponsorizzazione da parte del gruppo inglese, continuano i contatti con i due emissari dello sceicco e altre trattative sono in corso con un gruppo del Nord Italia - di Milano per l’esattezza - che, secondo quanto ci risulta, sarebbe più interessato a rilevare il titolo sportivo in caso di un malaugurato fallimento. 
La situazione - inutile illudersi - restando sempre nell’ambito societario resta alquanto delicata e il futuro del Catania dipenderà adesso dal Tribunale.
Nel frattempo ecco questo nuovo derby in casa di un Messina ultimo in classifica e afflitto da gravi problemi societari. Ovviamente il Catania andrà allo Scoglio con il chiaro obiettivo di fare risultato pieno.
Non ancora sicura la presenza dei tifosi rossazzurri a Messina visto che bisognerà aspettare la decisione dell’Osservatorio fermo restando che il Catania ha comunque aderito al programma di fidelizzazione. 
L’Acr Messina ha comunicato nei giorni scorsi l’attivazione della prevendita per l’acquisto del tagliando d’ingresso allo stadio “Franco Scoglio”. 
Il club giallorosso ha fatto sapere di avere a disposizione solamente 3.825 posti in Curva Sud (euro 10 più diritti di prevendita euro 1.50) e 75 in Tribuna Centrale A (euro 20 più diritti di prevendita euro 1.50, gratis fino a sei anni). Inoltre i tifosi biancoscudati nati il 19 dicembre potranno richiedere un titolo d’accesso gratuito per la gara.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA