Notizie locali
Pubblicità

Sport

Djokovic vince il ricorso sul visto, il giudice lo rilascia: potrà giocare gli Australian Open

Un avvocato del governo ha tuttavia fatto sapere che l'Australia può ancora ordinare l’espulsione del tennista dal Paese

Di Redazione


La star del tennis Novak Djokovic vince la sua battaglia legale, un giudice australiano ordina il suo rilascio.  In particolare, precisa la Bbc, la corte ha deciso che Djokovic può essere rilasciato dopo che il giudice ha constatato irragionevolezza nel modo in cui il responsabile alla frontiera ha preso la decisione di cancellare il visto del tennista. 

Pubblicità

Ora quindi il tennista numero 1 al mondo può uscire dall’albergo dove è confinato da giovedì perché non vaccinato contro il Covid ma in possesso di un’esenzione per avvenuta malattia lo scorso 16 dicembre e soprattutto potrà giocare gli Australian Open. Il giudice Anthony Kelly della Federal and Family Court, dopo una giornata di continui rinvii, ha letto un documento frutto di un accordo fra le parti. Il punto centrale ha riguardato la notte trascorsa in aeroporto. Il fuoriclasse serbo aveva chiesto e ottenuto di aspettare fino alle 8.30 del mattino, ma la decisione sul visto è stata presa alle 7.42. Una decisione che il giudice Kelly ha definito "irragionevole".

La vicenda di "Nole" però non termina qui. Il ministro dell’immigrazione Alex Hawke può intervenire esercitando un potere personale e su basi diverse revocare di nuovo il visto. Una prospettiva già accennata nelle 15 pagine presentati dal "Government counsel" Christopher Tran. Se dovesse succedere, il numero 1 del ranking mondiale rischia tre anni di interdizione dall’Australia e potrebbe tornare in tribunale per un nuovo ricorso.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: