Notizie locali
Pubblicità

Sport

Assoluti a Milano: la Sicilia cala tutti i suoi assi

E' scattata stamattina nelle acque dell'Idroscalo la tre giorni che assegnera tutti i titoli tricolori 2021. Già in finale nel K1 100 il palermitano Andrea Schera e c'è grande attesa per le prove di Andrea Di Liberto e Irene Burgo 

Di Lorenzo Magrì

La canoa azzurra è tornata dai Giochi di Tokyo con la prestigiosa medaglia d’argento vinta dal pavese Manfredi Rizza, nel K1 200 metri e tante prestazioni importanti come il successo nella finale B e il nono posto assoluto nel K1 1000 del siracusano Samuele Burgo, poi 13° nel K2 1000 in coppia col veneto Luca Beccaro. Neanche il tempo di fare festa e nelle acque del bacino artificiale di Milano da oggi fino a domenica si tornerà a gareggiare con in palio i titolo Assoluti e per tutte le altre categorie.

Pubblicità

II tricolori di Milano rappresenteranno l'ultimo atto del calendario nazionale prima dei grandi eventi internazionali di settembre ed è il momento più atteso da tutti gli amanti della disciplina, un appuntamento importante perchè servirà al ct azzurro Oreste Perri per selezionare la squadra che dal 15 settembre prenderà parte ai Mondiali di Copenaghen che aprono il nuovo ciclo che durerà tre anni, proiettato verso i Giochi di Parigi 2024.

Ai tricolori non prenderà parte Samuele Burgo (allievo al Gs Fiamme Gialle del megarese Antonio Scaduto, bronzo nel K2 1000 ai Giochi di Pechino 2008) che per i Mondiali è già qualificato e spera di andarci con la sorella Irene Burgo che a Milano sarà impegnata nel K1 200, K1 500 e K1 1000. In corsa per i Mondiali anche il palermitano Andrea Di Liberto (Cc Trinacria) che dopo Rizza è il migliore in Italia nel K1 200 e a Milano gareggerà anche in coppia col fratello Alessandro e nel misto con Roberta Gennaro e insegue il sogno iridato anche l’altro palermitano Andrea Schera (Fiamme Gialle) protagonista stamattina nelle batterie del K1 1000 con il miglior tempo (3'45"87) e un posto in finale diretto insieme ai due compagni di squadra Tommaso Freschi (3'46"76) e Giulio Dressino (3'53"43). Accedono invece alle semifinali altri due siciliani, Sebastiano Luca Angemi (Jomar Club Catania) in 4'15"30 e Valerio Arena (Circolo Naxos) in 4'18"31.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA