Notizie locali
Pubblicità

Trapani

Fondazione Whitaker, Musumeci a Lidia Tusa: «Non le resta che dimettersi»

La componente del Cda della Fondazione Whitaker, proprietaria dell’isola di Mothia, lamentava difficoltà operative e mancata nomina di un componente della commissione scientifica

Di Redazione

«Lei rappresenta la Regione. Se non è d’accordo con le politiche regionali, l’unica cosa che le resta da fare è dimettersi». E’ stata questa la risposta del presidente della Regione, Nello Musumeci, a Lidia Tusa, componente del Cda della Fondazione Whitaker, proprietaria dell’isola di Mothia, che lamentava difficoltà operative e mancata nomina di un componente della commissione scientifica.

Pubblicità

Lo scambio di battute è avvenuto, ieri sera, all’interno del museo Whitaker di Mothia, nel corso della presentazione del libro «I Geni di Mozia», l’ultimo romanzo di Lorenzo Nigro, docente di archeologia e storia dell’arte del vicino Oriente antico e di archeologia fenicio-punica all’Università La Sapienza di Roma. La risposta di Musumeci alla Tusa, sorella dell’archeologo ed ex assessore regionale ai Beni culturali Sebastiano Tusa deceduto in un incidente aereo il 10 marzo 2019 in Etiopia, ha fatto calare il silenzio in sala. Presente, inoltre, l’archeologa Rossella Giglio, direttrice del Parco archeologico di Segesta: il presidente Musumeci ha detto che non condivide la scelta di nominare archeologi alla guida dei parchi. (ANSA). 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA