Notizie locali
Pubblicità

Trapani

Uccisione di Mauro Rostagno ricordata con una cerimonia laica

Per il delitto del giornalista e sociologo, avvenuto 33 anni fa, è stato finora individuato soltanto il mandante, condannato all’ergastolo, con pena definitiva, il boss Vincenzo Virga, all’epoca capo mandamento della mafia di Trapani

Di Redazione

Con una cerimonia laica promossa dall’associazione Ciao Mauro, nel cimitero di Valderice, è stato commemorato oggi il giornalista e sociologo Mauro Rostagno, nella ricorrenza del 33/esimo anniversario della sua uccisione. Per il delitto è stato finora individuato soltanto il mandante, condannato all’ergastolo, con pena definitiva, il boss Vincenzo Virga, all’epoca capo mandamento della mafia di Trapani. 

Pubblicità

Alla commemorazione erano presenti tra gli altri il vice sindaco di Valderice Giuseppe Martinico ed i sindaci di Trapani ed Erice, Giacomo Tranchida e Daniela Toscano. Gli attori Tiziana Ciotta, Eugenio De Martino e Marco Marcantonio, attraverso letture sceniche, hanno dato vita a una riflessione sul potere davanti la tomba, mentre la scuola media "Mazzini» ha fornito un contributo musicale. "Mauro Rostagno - dice il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida - aveva dato speranza di riscatto alle comunità trapanesi interpretando la voglia di denuncia ed insieme di rivendicazione dei diritti dei cittadini oppressi dal condizionamento della sub cultura mafiosa e politica connivente. Uno spiraglio di libertà e rinnovata speranza che oggi vogliamo ricordare con un messaggio simbolico ma alto, decretando la dedicazione dell’Aula Consiliare di Palazzo Cavarretta alle donne ed agli uomini trapanesi vittime della mafia». (ANSA). 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: