Notizie locali
Pubblicità
[type=TEXT, value=]

Video dalla rete

Restaurato il ponte Inca sospeso a 20 metri dal fiume

Di Redazione
Pubblicità

È stato restaurato l’ultimo ponte Inca del Perù, intrecciato a mano secondo un’antica tradizione. La sua manutenzione è un rituale fatto di gesti sapienti che vengono tramandati di generazione in generazione. L’antico ponte pedonale Q’eswachaca sospeso a 20 metri di altezza sul fiume Apurìmac in una zona remota del Perù meridionale (nel dipartimento di Cusco, antica capitale Inca, e più precisamente nel distretto di Quehue) era crollato a marzo dopo aver saltato lo scorso anno il consueto restauro di primavera, a causa del confinamento per la pandemia di coronavirus.

È stato rimesso in sicurezza dagli abitanti: le donne hanno tessuto le corde a terra, mentre gli uomini in aria, sospesi senza imbracatura. "L'intera popolazione ha molto rispetto e ammirazione per i nostri ingegneri andini", ha detto il sindaco di Quehue, Mario Tacuma al quotidiano El Comercio.

"Le generazioni ereditano la conoscenza e la saggezza ancestrali per preservare il ponte", ha commentato dal canto suo il governatore di Cusco, Jean Paul Benavente, ringraziando gli abitanti del villaggio per il loro lavoro.

Lungo 28 metri e largo poco più di un metro, il ponte è uno dei simboli dell’ingegneria dell’Impero inca.

 

(Youtube/Euronews)

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità