Notizie locali

Catania

Giarre, rubava le carte bancomat agli anziani e depredava i conti

Di Redazione
Pubblicità

Era il terrore dei pensionati ai quali sottraeva bancomat e postamat per poi effettuare ripetutamente prelievi indebiti per un totale di più di 2.000 euro. I carabinieri della Compagnia di Giarre (le indagini sono state seguite dai miliari della Stazione di Riposto), a conclusione di una meticolosa attività investigativa, hanno arrestato il 30enne giarrese Salvatore Grasso (nella foto), in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Catania su richiesta della Procura etnea, perché ritenuto responsabile dei predetti prelievi fraudolenti da carte di credito e postamat, precedentemente rubate ad anziani del luogo.

I fatti, nel dettaglio, risalgono all’estate del 2018. Le indagini hanno accertato, sul conto del 30enne giarrese, 4 distinti prelievi dopo avere rubato le carte a diverse anziani, nelle strade del centro cittadino di Giarre, che lasciavano le autovetture aperte con borse e borselli in vista o addirittura anche con l’auto in movimento.

I carabinieri, attraverso una minuziosa analisi delle immagini di video sorveglianza e grazie alla profonda conoscenza dell’"humus criminale" da parte dei militari della Compagnia di Giarre, hanno ricostruito le azioni delittuose del 30enne, inchiodandolo alle sue responsabilità per l’esecrabile reato commesso nei confronti di persone della terza età, vera e propria fascia debole.
La Procura di Catania, concordando appieno con gli esiti investigativi, ha disposto l’arresto e la custodia nel carcere di piazza Lanza dell’uomo, che dovrà rispondere dei reati di ricettazione continuata con recidiva aggravata e di indebito utilizzo di carte di credito e di pagamento continuato e sempre con recidiva aggravata. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità