Notizie locali

Gallery

Corruzione sui fondi Ue alla Regione: la truffa e le intercettazioni

Di Redazione
Pubblicità

Associazione per delinquere, corruzione, truffe ai danni dell’Unione europea, dello Stato e della Regione siciliana: la guardia di finanza di Palermo, nell’ambito di indagini coordinate dalla locale Procura, ha eseguito un’ordinanza cautelare - emessa dal Gip - nei confronti di 24 persone, tra cui funzionari regionali e l’ex sindaco di San Cipirello (Palermo). Quattro persone sono finite in carcere, 12 ai domiciliari, 8 sottoposte all’obbligo di dimora nel comune di residenza con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Inoltre, disposto il sequestro di 14 imprese, 3 delle quali con sede all’estero (Ungheria, Austria e Romania), per un valore di circa 24 milioni di euro; sotto sequestro anche disponibilità finanziarie, beni mobili e immobili per oltre 12,5 milioni di euro, pari all’ammontare dei contributi pubblici indebitamente percepiti. Bloccata, inoltre, l’erogazione di contributi indebiti per ulteriori 3,5 milioni. I reati contestati, a vario titolo, riguardano anche falsità materiale e ideologica in atto pubblico, rivelazione di segreto d’ufficio, soppressione e occultamento di atti pubblici. L’operazione è denominata "Gulasch-Amici Miei". 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità