Notizie locali
[type=TEXT, value=]

Video dalla rete

Chi era Claudia Ochoa Felix, la Kim Kardashian del narcotraffico trovata morta

Di Redazione
Pubblicità

CITTA' DEL MESSICO - Claudia Ochoa Félix, considerata una delle donne più potenti del narcotraffico messicano, conosciuta come la "Kim Kardashian del Cartello di Sinaloa", è morta nella notte fra sabato e domenica a Culiacán, quasi certamente a causa di una overdose.

Secondo il giornale Tribuna, la donna, conosciuta anche come "la Imperatrice degli Antrax", una spietata banda di killer guidata da Ismael Zambada al servizio dei boss del "Cartello di Sinaloa", aveva partecipato ad una festa a base di droga e alcol e si era poi recata a Isla Musala, una zona residenziale di Culiacán.

Una persona che era con lei ad un certo punto ha constatato che la donna non si risvegliava ed ha chiamato il Pronto soccorso.

Un medico accorso sul posto non ha potuto però fare altro che costatarne la morte.

Modella di professione, Claudia aveva 34 anni e si era sposata con José Rodrigo Arechiga, detto "El Chino Antrax", che era stato leader del braccio armato del Cartello di Joaquín "El Chapo" Guzmán.

Da qui il suo soprannome di "Imperatrice degli Antrax", anche se lei aveva sempre negato di aver partecipato ad operazioni criminali, minacciando più volte i media di denunce per diffamazione sebbene non manchino immagini dove lei imbraccia fucili pistole e mitragliatrici.

Sicuramente invece faceva un ampio uso dei social network, pubblicando via Twitter o Facebook decine di foto in bikini o con costosi vestiti griffati, o immagini in cui la si vede con in pugno armi automatiche o in posa con automobili di lusso.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità