Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Pallavolo: presentata a Milano la stagione 2022 delle nazionali azzurre

Di Redazione

Milano, 17 mag. - Si è tenuta oggi, presso la suggestiva location del Museo nazionale della scienza e della tecnologia, la conferenza stampa di presentazione della stagione 2022 delle nazionali azzurre. In una sala Conte Biancamano gremita in ogni ordine di posto, presenti i vertici nazionali e locali della Fipav, le leghe di pallavolo, le società lombarde di Superlega e Serie A1 femminile, oltre a tutte le principali testate giornalistiche, il presidente Manfredi insieme ai ct De Giorgi e Mazzanti e ai direttori tecnici giovanili Velasco e Mencarelli hanno illustrato l'attività delle nazionali italiane.

Pubblicità

Gli interventi sono stati aperti dal numero uno federale Giuseppe Manfredi: “Finalmente dopo due anni di pandemia torniamo a presentare dal vivo la stagione delle nazionali azzurre in una location davvero molto bella come questa di Milano. Sarà un'estate ricca di appuntamenti dove l'azzurro sarà sicuramente protagonista. Noi ci sentiamo davvero molto bene. Certo è difficile arrivare a ottenere grandi risultati, ma confermarsi lo è ancora di più. Noi siamo L'Italia, un movimento forte e ricco di talento e, come la storia ci insegna, partiamo sempre per essere protagonisti in ogni competizione: scendiamo in campo per vincere. Sarà un'estate ricca di eventi che dovranno fare da traino per tutto il movimento. Noi gli eventi li organizziamo ben volentieri, a patto che siano sostenibili dal punto di vista economico e tecnico".

"La Federazione Italiana Pallavolo non fa salti nel buio -prosegue Manfredi-. Avremo le Final della VNL maschile a Casalecchio di Reno (BO). Domani andremo a Losanna per parlare con la FIVB, a loro manca il terzo paese organizzatore per i Mondiali maschili. Noi cercheremo di dare una mano, ma come ben sappiamo organizzare un Mondiale non è mai molto semplice. Fortunatamente in questi due anni abbiamo davvero vinto di tutto, siamo stati molto bravi ad aspettare e a concentrarci per gli impegni affrontati. La cosa più importante è la nostra base che con il passare del tempo sta ritornando sempre più, e questo ci dà entusiasmo: se continuiamo così sono molto tranquillo per il futuro”.

Dopo il presidente ha preso parola il direttore tecnico del settore giovanile femminile Marco Mencarelli: “Sono molto felice di essere qui. Quello che stiamo portando avanti con il settore giovanile femminile, è un percorso di formazione. Siamo ovviamente attenti all'età delle nostre ragazze e al loro livello di gioco. Tutti i successi arrivati sono arrivati esclusivamente per merito. Quella di quest'anno sarà una stagione con impegni a livello continentale. Sono ovviamente tutte manifestazioni che avviano le nostre atlete al livello top. Il nostro primo impegno è con la nazionale under 16 al Torneo Wevza i primi di settembre a Chianciano Terme. Avremo poi l'Europeo Under 17 a Kralove, in Repubblica Ceca, in programma ci sono l'Eyof in Slovacchia e gli Europei in Macedonia. Tra l'altro, quella del prossimo anno sarà una stagione molto particolare, dato che cambieranno gli anni delle singole categorie. Noi siamo pronti”.

La parola è poi passata al direttore tecnico del settore giovanile maschile Julio Velasco: “I giovani stanno bene. Malgrado il Covid-19, quello che è stato portato avanti dalla Federazione Italiana Pallavolo è stato un grande percorso. Gli atleti hanno fame di giocare e vincere. Abbiamo la fortuna di avere giovani di grande qualità e soprattutto che hanno grandi ambizioni. Di fondamentale importanza è sicuramente stato il lavoro svolto a stretto contatto con le società. Attenzione massima la dobbiamo riservare al reclutamento. Ringrazio di nuovo la FIPAV, per la continua crescita della programmazione. Quest'anno le nazionali saranno in collegiale insieme, motivo di grande orgoglio. In questa maniera si può creare maggiore unione tra staff atleti e addetti ai lavori. Siamo pronti ad affrontare tutti gli impegni in calendario e spero di notare un importante salto di qualità.”

Il microfono è poi passato nelle mani del commissario tecnico della nazionale seniores femminile Davide Mazzanti: “Abbiamo quest'anno un folto gruppo di atlete. Alla nazionale seniores si è aggiunto anche il gruppo dell'Under 21. Saranno 36 le giocatrici che lavoreranno tutte insieme. Non avendo a disposizione alcune giocatrici, perché impegnate in altre manifestazioni, abbiamo deciso di coinvolgere un maggior numero di risorse, anche per cercare di creare un gruppo sempre più coeso e per una gestione migliore del lavoro. Quella che ci attende sarà una lunga e intensa estate. I due gruppi infatti si divideranno tra Giochi del Mediterraneo e Volleyball Nations League. Sarà veramente un periodo molto duro, ma nello stesso tempo affascinante. Il periodo della Volleyball Nations League, dopo lo sforzo del Campionato Italiano, sicuramente porterà dello stress fisico alle atlete. Fondamentale saranno le scelte giuste da fare per presentarsi al meglio alla rassegna iridata. Abbiamo lavorato con la FIPAV per aumentare anche il numero dello staff, così da poter rendere ancor più completo l'organico e soprattutto far conoscere a tutti il valore della maglia azzurra”.

A chiudere il tavolo dei relatori, il commissario tecnico della nazionale seniores maschile Ferdinando De Giorgi: “Per me è motivo di grande orgoglio partecipare alla presentazione della stagione delle nazionali azzurre, tra l'altro mi fa molto piacere ritrovare qui a Milano persone che non vedevo da moltissimo tempo. Come sappiamo tutti, quello che abbiamo ottenuto lo scorso anno ai Campionati Europei è stata una grande esperienza, in un mese abbiamo messo in atto questo cambio generazionale, che ci ha poi portato a vincere la rassegna continentale. Quando ho preso le redini della squadra il mio primo obiettivo è stato quello di iniziare un percorso tecnico e soprattutto valoriale molto importante, creando un ambiente del tutto sano. Siamo tutti consapevoli, giocatori staff e dirigenti, che quanto ottenuto nella passata stagione rappresenta solamente l'iniz io. La squadra è forte, ci sono giovani con ancora enormi margini di crescita, e il nostro obiettivo è quello di metterli nelle migliori condizioni di farlo. Siamo a inizio stagione e la nazionale azzurra è pronta alle sfide.”

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: