Notizie Locali


SEZIONI
°

Agrigento

Palma di Montechiaro stregata dai grani antichi

Di Redazione |

E’ stata una prima serata magica quella dedicata da Palma di Montechiaro ai grani antichi e alle eccellenze prodotte dalla terra agrigentina. Anziché il tradizionale taglio del nastro, il sindaco palmese, Stefano Castellino, ha optato per il taglio di una spiga, simbolo dei grani. Dopo l’inaugurazione, è stato dato il via al convegno sulla corretta alimentazione a cura di Fedisan, con le responsabili Licia Di Falco e Assunta Brunone. Contemporaneamente è stato aperto il villaggio dei sapuri siciliani con gli stand, allestiti all’esterno del Palazzo ducale, mentre all’interno, oltre ad altri espositori è stata allestita la cucina, indispensabile per lo chef, Silvio Saracco, per dare vita ad uno show cooking ispirato dal Gattopardo. Centinaia e centinaia di persone hanno assistito alla perfermance dello chef torinese che ha incantato proprio tutti.

Soddisfazione per questa prima serata, condotta dal nostro Gaetano Ravanà, è stata espressa dal responsabile di Quintessenza-sapuri siciliani, Tony Rocchetta che ha voluto anche ringraziare l’istituto Alberghiero di Licata e gli studenti che sono intervenuti trasformandosi in tuttofare.

“E’ stata una serata straordinaria – dicono il sindaco Stefano Castellino e l’assessore Roberto Onolfo – Palma di Montechiaro deve tornare ad essere al centro dell’interesse della provincia agrigentina, soprattutto per la sua storia. Questa manifestazione diventerà un classico dell’autunno palmese visto che siamo riusciti nel nostro intento, far capire alla gente dell’importanza di una corretta alimentazione e della ricchezza che offre la nostra terra”.

Stasera, sabato 5 ottobre, seconda e ultima serata che avrà inizio alle 17,30 con un altro convegno interessante sulla dieta mediterranea con relatori importanti oltre alle responsabili di Fedisan. Poi spazio ad un altro show cookin dello chef Saracco e, infine, due concerti: alle 21 quello di Alisia, vincitrice di Area Sanremo 1019 e, subito dopo Ezio Noto e Disiu.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA