Notizie Locali


SEZIONI
Catania 18°

Archivio

SpedireAdesso, così gli emigrati siciliani possono sentirsi più vicini a casa

Di Carmela Marino |

Se vi chiediamo qual è il capoluogo più popolato della Sicilia cosa vi viene in mente? Palermo? No. Né Catania, e nemmeno nessuno degli altri sette. La maggior concentrazione di siciliani si trova oltre i confini isolani. Questa triste verità è stata registrata dalle statistiche le quali hanno rivelato che nel 2019 i siciliani residenti all’estero sono oltre 750mila. Se si pensa che Palermo ha circa 660.000 residenti, è facile capire come la situazione sia davvero drammatica. Dal 2002 al 2017 quasi mezzo milione di siciliani, 483.000, per l’esattezza, ha fatto le valigie. Tra questi giovani laureati, padri di famiglia, che sempre più spesso portano con sé la prole. In crescita gli over 50 che non arrivano a fine mese e guardano alla pensione come un miraggio. E i dati emersi non rappresentano appieno la reale situazione, perché alle cifre già espresse bisogna aggiungere anche gli emigrati verso il Nord Italia e tutti quei siciliani che, pur essendosi trasferiti altrove, hanno mantenuto la residenza in Sicilia. A detenere il primato per numero di emigrati è la provincia di Agrigento, seguita da Catania. Ciò che allarma di più è che più passa il tempo più ci si rende conto che non si tratta più di emigrazione, ma di un vero e proprio esodo.

Uno scenario non nuovo alla nostra isola, che registra la fuga dei propri abitanti già dai primi del ‘900, quando l’espatrio imponeva, oltre alle valigie da fare, la consapevolezza di dire addio ad odori, colori e sapori della propria terra, e con essi anche agli affetti e alla famiglia, talvolta solo per lunghi periodi, talvolta addirittura per sempre. Cent’anni dopo il fenomeno continua, ma per fortuna non le condizioni, in quanto quella parte di popolazione che se ne va, anche se verso luoghi assai lontani, oggi può far affidamento ad intermediari che consentono loro di mantenere i rapporti con la propria terra in modo semplice e poco dispendioso.

SpedireAdesso.com gioca un ruolo da protagonista in questa avvincente storia di espatrio siciliano. La nota compagnia di spedizioni internazionali, tra l’altro made in Sicily, costituisce uno strumento fondamentale per tutti i siciliani emigrati, e non solo. Grazie ai servizi di trasporto pacchi, buste e pallet in Europa, permette a chi espatria di rendere più semplice il trasloco, di riassaporare alimenti provenienti dall’orto di casa, di farsi inviare oggetti dimenticati, di mantenere, insomma, un contatto diretto tra casa ed il nuovo domicilio. La scelta del Ceo di SpedireAdesso.com di diventare il ponte per accorciare le distanze tra gli emigrati ed il loro luogo d’origine deriva proprio dall’aver vissuto in prima persona il disagio di chi è costretto ad allontanarsi da casa alla ricerca di una migliore condizione sociale e lavorativa.

SpedireAdesso.com, infatti, offre servizi di trasporto anche per aziende ed altri generi di clienti, ma è però al cosiddetto “paccodagiù” e ai suoi mandanti e destinatari che essa ha concentrato maggiormente la sua attenzione. Il pacco da giù è una pratica molto diffusa e ampiamente conosciuta tra gli abitanti della Sicilia e, più in generale, del sud Italia. Si tratta dell’invio da parte di parenti e amici, ai meno fortunati emigrati, di una magic box colma di amore e senso di appartenenza: conserve della nonna, pasta fresca del territorio, agrumi, olio extravergine d’oliva, dolci tipici, e chi più ne ha più ne metta.

Si tratta di una sorta di kit di sopravvivenza per l’emigrato al Nord o all’estero perché si sa, noi siciliani abbiamo, più di ogni altra società, un legame viscerale con la nostra terra, e l’esser costretto ad allontanarsene per poter sopravvivere crea un disagio emotivo che solo il pacco da giù, in qualche modo, sta riuscendo a tenere a bada. Il fenomeno del pacco da giù è diventato un vero e proprio trend tanto da portare alla realizzazione di campagne social attraverso le quali i loro protagonisti esprimono con foto, stories e video virali la felicità dell’arrivo di questa scatola delle meraviglie!

Se ci si sofferma un attimo a pensare che una volta chi emigrava non aveva nemmeno la minima speranza di poter giovare di un così importante strumento per affrontare il difficile cammino intrapreso, si può facilmente affermare che gli emigrati del XXI secolo possono ritenersi “fortunati” ad avere questa possibilità.

Nonostante la decisione di lasciare casa, famiglia ed amici, per tentare di costruire un futuro più dignitoso sia una tra le scelte più ardue, bensì spesso inevitabili, che un siciliano possa prendere, è pur vero che grazie all’evoluzione e a strumenti come quelli offerti da SpedireAdesso.com, si può vivere tale condizione in maniera più accettabile. SpedireAdesso.com non offre infatti meri servizi di spedizione, piuttosto getta una scialuppa di salvataggio a chi si è immerso nel mare dell’emigrazione, fornendogli tutto il supporto possibile per rendere il viaggio intrapreso meno faticoso, tenendosi pronto a supportarli anche e soprattutto nel caso in cui vogliano, finalmente, far ritorno alla base, offrendogli servizio di trasloco con pallet o spedizione di valigie.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA