Notizie Locali


SEZIONI
Catania 19°

Catania

Irregolarità in un lido di Aci Castello: denunciato titolare

Di redazione |

CATANIA – Irregolarità riguardanti lo smaltimento e lo scarico delle acque reflue e carenze igieniche sono state riscontrate dalla Polizia di Stato di Catania durante controlli nella zona ristorazione di uno stabilimento balneare di Aci Castello, il cui titolare è stata denunciato per reati ambientali e per frode in commercio. Durante il controllo, effettuato in collaborazione con la Polizia Provinciale, il Corpo Forestale della Regione Sicilia e l’Asp, sono stati sottoposti a sequestro preventivo gli impianti di cucina, bagni e laboratorio nell’area ristorazione.

Gli agenti hanno accertato che era solamente in possesso dell’autorizzazione comunale per lo scarico delle acque reflue limitatamente allo stabilimento balneare. La denuncia per la frode in commercio è scattata dopo che la Polizia di Stato ha trovato nel congelatore del locali adibiti a cucina-laboratorio alimenti surgelati all’origine che non erano segnalati come tali nei menù a disposizione degli avventori.

La Polizia di Stato ha inoltre accertato la presenza di circa cinque chili di arancini privi di tracciabilità contenuti in buste non idonee e prive di qualsiasi indicazione ed etichettatura e ciò, configurando la violazione della normativa che riguarda la tracciabilità degli alimenti, ha comportato anche una sanzione pecuniaria di 1.500 euro. Le carenze igieniche sono state riscontrate nelle cucine e nei bagni. Infine è stato accertato un ampliamento del locale laboratorio di cucina senza averne dato comunicazione all’Autorità competente e per tale motivo è il titolare è stato sanzionato per 1.000 euro. COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: