Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Catania, a San Giorgio arrestate le “signore della droga” con 6 kg di cocaina e 78.000 euro

In manette due giovani con l'accusa di traffico di sostanze stupefacenti in concorso

Di Redazione

Due signore della droga sono state arrestate nel quartiere catanese di San Giorgio con un ingente quantitativo di cocaina e diverse mazzette di soldi in contanti. Ad acciuffare le due giovani donne B.A. e B.M., è stata la polizia che ha contestato ad entrambe il reato - in concorso tra loro - di traffico di sostanze stupefacenti.

Pubblicità

La polizia è intervenuta a San Giorgio, con personale della Squadra Mobile - Sezione “Antidroga” dopo la segnalazione di un sospetto andirivieni di persone. Durante un'attività di appostamento ad un certo punto gli agenti hanno notato giungere una giovane donna alla guida di un’autovettura Nissan Qashqai di colore bianco, in seguito identificata in B.M., la quale, una volta scesa dall’autovettura, accedeva all’interno dell’abitazione monitorata aprendo il portone d’ingresso con le chiavi. Appena uscita dall’abitazione, la donna è stata pedinata e poi fermata per un controllo al termine del quale è stata  trovata in possesso di un involucro sottovuoto contenente 13 grammi di cocaina occultato in una pochette di colore nero.

A quel punto i poliziotti della Squadra Mobile - Sezione “Antidroga” hanno fatto irruzione nell'abitazione di San Giorgio da cui era uscita la donna, la quale non risultava residente in quella casa, bensì in  uno stabile nei pressi di piazza Palestro. Nel corso della perquisizione dell’abitazione di San Giorgio, che risultava essere la dimora di un’altra giovane, B.A., presente in quel momento all’interno della casa, gli agenti della Sezione “Antidroga” hanno rinvenuti , occultati in un armadietto nel garage dell’abitazione, ben 6 kg di cocaina suddivisi nei classici “panetti” che venivano posti in sequestro. 

Nell'abitazione nei pressi di piazza Palestro è stata invece trovata la somma di 78.000 euro in contanti, in banconote di diverso taglio, che veniva posta in sequestro poiché ritenuta provento dell’illecito traffico di ingenti quantitativi di cocaina commesso dalle due donne.

Le due “signore della droga” sono state rinchiuse nel carcere di Piazza Lanza una e in quello di Messina Gazzi l'altra, a disposizione dell'autorità giudiziaria che ha applicato per entrambe la misura della custodia cautelare in carcere.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA