Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Consiglieri comunali di Palermo: «Aggrediti da operai Reset, in orario di lavoro ad incontro elettorale»

 Ugo Forello e Giulia Argiroffi, del gruppo di opposizione Oso, hanno raccontato dell'aggressione avvenuta davanti alla scuola Franchetti, dove era atteso il candidato del centrodestra a sindaco Roberto Lagalla

Di Redazione

Alcuni dipendenti della Reset, società partecipata dal Comune di Palermo, hanno aggredito i consiglieri comunali Ugo Forello e Giulia Argiroffi, del gruppo di opposizione Oso, davanti alla scuola Franchetti, dove era atteso il candidato del centrodestra a sindaco Roberto Lagalla. Insieme ad alcuni operai della Reset c'erano il consigliere comunale Elio Ficarra, il candidato e presidente della II circoscrizione Giuseppe Federico, la candidata della II circoscrizione Anna Maria La Valle, il candidato al Consiglio comunale Salvatore Savoca. 

Pubblicità

Forello e Argiroffi hanno chiesto agli operai della Reset, giunti con i mezzi della società, quale fosse la ragione della loro presenza in quel luogo, filmando l’accaduto. A quel punto Forello è stato strattonato e insultato: «Sei un pezzo di merda, chi minchia sei, ti finisce male..."). Alla Argiroffi é stato fatto cadere il cellulare dalle mani. I due consiglieri hanno chiamato il 113 e a quel punto, sia i politici sostenitori di Lagalla sia i lavoratori della Rap si sono allontanati. La vicenda - con corredo di foto e video - è stata segnalata da Argiroffi e Forello alla dirigenza della Reset e all’assessore al ramo. I due consiglieri hanno anche segnalato che uno degli operai Reset, che si è presentato come capo squadra, sarebbe Pietro Buscemi, candidato al Consiglio comunale per l’Udc, partito che sostiene Lagalla. 

«Quanto é successo - dicono Argiroffi e Forello - non solo é illegale, ma dimostra ancora una volta il modo clientelare con il quale alcuni candidati si muovono per racimolare i voti. É uno schifo, a maggior ragione quando ad essere strumentalizzati sono i lavoratori di una partecipata durante le ore di servizio. Nel giorno della memoria per la strage di Falcone, dobbiamo difendere, ancora di più e senza timore, la qualità del consenso e il voto libero da qualsiasi condizionamento». 

«Piena e sincera solidarietà ai consiglieri comunali Giulia Argiroffi ed Ugo Forello per le violenze subite questa mattina nei pressi della scuola Franchetti di via Amedeo d’Aosta di Palermo. Niente giustifica le prepotenze e le aggressioni. Cessino immediatamente le polemiche e le provocazioni continue, soprattutto nei nostri confronti, che stanno inquinando la campagna elettorale di Palermo. Il futuro della città si costruisce innanzitutto mettendo da parte orgogli, rivendicazioni e prepotenze, anche verbali, e offrendo idee e soluzioni agli elettori, cosi come noi facciamo da sempre». Così lo staff del candidato sindaco di Palermo del centrodestra, Roberto Lagalla.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA