Notizie Locali


SEZIONI
Catania 11°

Cronaca

Uccise di botte la fidanzata, andrà a processo: ma forse non a Messina

Di Redazione |

MESSINA – Il Gup ha rinviato a giudizio per omicidio Cristian Ioppolo, il giovane accusato d’aver ucciso la fidanzata Alessandra Musarra, nella sua abitazione, nel marzo 2019. Il gup ha inoltre rigettato anche la richiesta di una perizia psichiatrica e di giudizio abbreviato «condizionato» ad alcuni accertamenti.

Si dovrà invece aspettare quanto deciderà la Cassazione sull’istanza dell’avvocato Alessandro Billè, difensore di Cristian Ioppolo, affinchè il vaglio preliminare venga effettuato a Reggio Calabria, dopo i disordini scoppiati in aula alla prima udienza, qualche giorno fa. Chiedendo il trasferimento del processo, il legale ha citato anche l’episodio avvenuto il giorno prima dell’udienza, quando sui muri della chiesa di Santa Lucia sopra Contesse, dove il parroco è lo zio del ragazzo, sono comparse scritte minacciose nei confronti del giovane e offese allo stesso prelato.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati