Notizie Locali


SEZIONI
Catania 21°

il progetto

Catania capitale europea dei microchips, ok dall’Ue e investimento di quasi mezzo miliardo

Le parole del ministro Urso ad una convention di FdI a Pescara

Di Redazione |

«Lo abbiamo detto e lo faremo: creeremo le condizioni perché altre case automobilistiche, non soltanto cinesi, investano e producano in questo paese che vuole tornare ad avere l’orgoglio di produrre macchine di eccellenza di alta gamma e non soltanto d’Europa e del mondo. Si può fare».

Lo ha detto Adolfo Urso, ministro delle imprese e del Made in Italy, intervenendo alla Conferenza programmatica di Fratelli d’Italia a Pescara. Però «la politica industriale non si fa soltanto con l’acciaio e con l’auto, si fa con la microelettronica e con la tecnologia green», ha aggiunto. «Abbiamo programmato per quest’anno – ha continuato – 10 miliardi di investimenti di imprese sulla microelettronica in Italia. Il primo lo abbiamo già presentato: 3,2 miliardi di euro di una grande multinazionale di Singapore che ha deciso di localizzare in Italia il primo investimento in Europa ad alta tecnologia. Siamo riusciti ad agguantare e farci riconoscere dalla Commissione europea una linea pilota sui materiali ad alta resistenza per i chip del futuro, dell’automotive e dello spazio, che sarà a Catania con 420 milioni di investimento». «Penso – ha aggiunto – che nelle prossime settimane saremo nelle condizioni di annunciare altri importanti e significativi investimenti per giungere a 10 miliardi sulla microelettronica entro quest’anno».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: