Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Milano torna in calo (-0,3%), rallenta Tim, pesa Nexi

Spread risale a 161,5 punti. Sprint Eni, giù Campari e Ferrari

Di Redazione

MILANO, 13 APR - Torna in calo Piazza Affari (-0,3%) dopo una breve incursione in territorio positivo. Rallenta la corsa Tim, che riduce ill rialzo al 2,74% dopo aver superato il +4%, mentre si appesantisce Nexi (-3,64%) sull'onda lunga delle considerazioni di Citi, che si è mantenuta 'cauta' sui titoli delle 'fintech' europee. Torna a salire lo spread tra Btp e Bund tedeschi, che si porta a 161,5 punti, con il rendimento annuo decennale italiano in rialzo a 2,7 punti al 2,431%. Proseguono gli acquisti su Banco Bpm (+3,31%), che diventa la migliore del listino, e su Eni (+2,67%), regina tra i petroliferi in Europa con il rialzo del greggio (Wti +0,2% a 100,87 dollari al barile) e del gas (+1,4% a 103,65 euro al MWh). Non va altrettanto bene a Saipem (-1,8%), mentre prosegue positiva Tenaris (+0,77%). Confermati anche gli acquisti su Leonardo (+2,3%), Amplifon (+1,69%), Cnh (+0,98%) e Mediolanum (+0,88%). Bene anche Unicredit (+0,72%), cauta Bper (+0,42%), fiacca Intesa (+0,03%). Pesano Campari (-3,48%) e Ferrari (-2,13%) sui timori per gli effetti delle nuove chiusure per Covid in Cina. Giù Terna (-1,71%), Hera (-1,48%) ed Enel (-1,65%). Segno meno anche per Stm (-1,27%) e Stellantis (-0,99%). Cauta Atlantia (+0,32%), nel giorno in cui si riunisce il Cda di Edizione per deliberare sull'Opa difensiva della famiglia Benetton insieme a Blackstone per fermare l'avanzata di Acs.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: