Notizie Locali


SEZIONI
Catania 25°

Enna

Piazza Armerina: il Palio dei Normanni ai tempi del Covid si trasforma in videogame

Di Marta Furnari |

Un mediometraggio cinematografico da lasciare ai posteri, un evento teatrale e un “gaming”, un videogioco basato sulla manifestazione e che verrà diffuso tramite i maggiori social network in tutto il mondo.

Queste le tre novità portanti della 65ª edizione del Palio dei Normanni, che ogni anno si svolge ad agosto e rievoca la conquista della Sicilia da parte di Ruggero d’Altavilla. Si riallaccia alla festa patronale della cittadina del Centro Sicilia in cui si venera la Madonna della Vittorie, la cui icona è storicamente considerata il vessillo di guerra del condottiero normanno.

Una sfida vinta. In tempi di Covid-19 non era poi così scontato che questa edizione si realizzasse. «Non potevamo rimanere inermi e arrenderci al fatalismo – dice il sindaco Nino Cammarata – così, nel pieno rispetto di tutte le normative anticovid, abbiamo deciso con coraggio e amore nei confronti della nostra città e delle sue tradizioni di portare avanti una manifestazione di tale calibro. Certo, sarà un Palio diverso, ma altrettanto emozionale, in sintonia con il percorso avviato lo scorso anno, tra storia, leggenda e religione. Infatti, piuttosto che subire l’emergenza sanitaria perdendo oltre mezzo secolo di manifestazione, si è pensato di cogliere l’occasione per trasformarla in un documento cinematografico di altissimo livello da tramandare ai posteri».

Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore al Turismo, Ettore Messina, che con tenacia afferma di aver voluto l’evento: «Contro tutto e tutti, un’edizione che si realizzerà per mia volontà con delle innovazioni su cui ho riflettuto e meditato durante la quarantena. Oggi più che mai non possiamo subire una tale emergenza, ma dobbiamo adeguare i nostri stili di vita al rispetto delle regole. Ed è per questo che una città come la nostra ha la necessità di ripartire dal turismo di prossimità attratto dal mito del Palio, conosciuto in tutta Italia».

E sul videogame che di certo attirerà l’attenzione dei giovanissimi in rete: «Anche il videogioco servirà per promuovere la città, sono in tutto 70 livelli, ognuno dei quali ha un momento del Palio, e protagonisti sono i suoi personaggi. Sarà disponibile sulla piattaforma di videogiochi Gamindo, sui social e sui siti ufficiali della manifestazione. Le 19mila giocate gratis produrranno un bonus di 500 euro da donare alla Cattedrale di Piazza Armerina».

La versione 2020 del Palio, dopo il successo dell’edizione 2019, sarà ancora diretta dalla regista Gisella Calì. Un Palio non solo virtual. Previsti, infatti, anche due eventi live contingentati con l’acquisto di un ticket. Il 13 agosto, in piazza Cattedrale, la “Consegna delle chiavi”, e il 14 agosto al campo sportivo Sant’Ippolito la “Quintana del Saraceno”, spettacolare e avvincente sfida tra i quattro quartieri storici per la conquista del Palio: il vessillo della Madonna delle Vittorie. Tutti potranno vedere le dirette in streaming tramite i social.

«Il Palio – afferma infine Dino Vullo, coordinatore della manifestazione – non è solo un forte attrattore turistico, ma è anche il più intenso momento sociale della nostra città».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: