Notizie Locali


SEZIONI
Catania 19°

Lo dico

Dopo sei mesi la brigata Aosta torna in Sicilia

Di Redazione |

In Libano la Brigata Aosta cede il comando del Settore Occidentale della missione UNIFIL alla Brigata Paracadutisti Folgore

Si è svolta all'eliporto del Quartier Generale della missione delle Nazioni Unite in Libano, la cerimonia di avviso al comando del Contingente italiano e del Settore Ovest di UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon) tra il Generale di Divisione Giuseppe Bertoncello e il Generale di Brigata Roberto Vergori.

A sancire il trasferimento d'autorità tra i due comandanti è stato il passaggio della bandiera dell'ONU tra i due generali, avvenuto dinanzi al Generale di Divisione Aroldo Lázaro Saenz, Head of Mission e Force Commander di UNIFIL, del Generale di Divisione Fernando Paglialunga , Capo di Stato Maggiore Esercito del Comando delle Forze Operative Terrestri e Comando Operativo Esercito, dell'Ambasciatore d'Italia in Libano, Nicoletta Bombardiere, e delle massime autorità civili, militari e religiose del Libano del sud. Nel corso del suo intervento, il Generale Lázaro ha ringraziato il Contingente italiano cedente per quanto fatto, augurando a quello subentrante di proseguire nel solco tracciato dalla Brigata Aosta, impiegata per sei mesi nella Terra dei Cedri e al suo terzo mandato dopo quelli del 2011 e del 2019.

Nel suo discorso di commiato, il Generale Bertoncello ha ringraziato, prima di tutto, la comunità del Libano del sud per aver favorito le interazioni con i Caschi Blu del Settore a guida italiana. Nell'ambito del pilastro della risoluzione n. 1701 del 2006 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, presupposto giuridico della missione in Libano e relativo al monitoraggio della cessazione delle ostilità tra Libano e Israele, sono state condotte oltre 40.000 pattuglie nell'area di operazioni. Un terzo delle attività operative effettuate lungo la Blue Line sono state condotte assieme alle Forze Armate Libanesi (LAF). A esse si aggiungono le attività addestrative congiunte, grazie alle quali i militari italiani e quelli della 5ª Brigata libanese si sono integrati, scambiandosi conoscenze ed esperienze. In supporto alla popolazione, sono stati conclusi e inaugurati 78 progetti di cooperazione civile e militare (CIMIC) dal 4 agosto 2022, dati di assunzione di responsabilità da parte della Brigata Aosta.

Con la cerimonia di avviso è terminato il terzo mandato nella Terra dei Cedri della Brigata Aosta al Comando della Joint Task Force Lebanon Sector West e del Contingente Italiano ed è iniziato il terzo mandato della Brigata Paracadutisti Folgore, dopo le missioni del 2007 e quella a cavallo tra il 2017 e il 2018.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA