Notizie locali
Pubblicità
Riciclaggio, i beni sequestrati all'imprenditore Giuseppe Burgio

Archivio

Riciclaggio, i beni sequestrati all'imprenditore Giuseppe Burgio

Di Redazione

AGRIGENTO - Cinque immobili - fra Agrigento, Porto Empedocle, Palermo e Gela - tutti riconducibili alla Hopaf srl per un valore di 5.247.000 euro. Ma anche 15 autoveicoli dal valore complessivo all’acquisto di 198 mila euro; gioielli e preziosi dal valore complessivo all’acquisto di 21.288 euro e 11 rapporti bancari-assicurativi-di investimento dal valore di 65 mila euro.

Pubblicità

È stato quantificato - sulla base delle attuali rivalutazioni previste dall’osservatorio del mercato immobiliare dell’agenzia del territorio - in 8.700.000 euro il «tesoro" sequestrato al re dei supermercati Giuseppe Burgio.
I sigilli sono stati posti a due appartamenti di 5 e di 12 vani in via Minerva ad Agrigento; un complesso immobiliare destinato a centro commerciale «Le Rondini» situato lungo la statale 115 a Porto Empedocle; un fabbricato incompleto, destinato a centro commerciale, in via Venezia a Gela e un appartamento di 2 vani e un terrazzo in vicolo Morici a Palermo, zona Ucciardone.  

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA