Notizie locali
Pubblicità

Caltanissetta

Pronto soccorso "nuovo" a Natale

Di Giuseppe Scibetta

Caltanissetta - «In occasione delle prossime festività di Natale festeggeremo l’inaugurazione dei nuovi locali del pronto soccorso dell’ospedale “Sant’Elia”»: è quanto ha annunciato il manager dell’Asp di Caltanissetta Carmelo Iacono che ieri mattina ha “consegnato” i lavori di sistemazione e di ampliamento della struttura sanitaria alle tre ditte che li eseguiranno, e cioè la “Falzone e c. srl” di Caltanissetta, la “Tomasino Multi Zinco” di Cammarata e la “Sama srl” di Aragana i cui titolari, per contratto, si sono impegnati a completarli entro 90-100 giorni.

Pubblicità

Nel corso della conferenza stampa erano pure presenti il direttore sanitario dell’Asp Marcella Santino e quello amministrativo Alessandro Mazzara, nonché il direttore del presidio ospedaliero nisseno Raffaele Elia ed il primario del pronto soccorso Aulo Di Grande, nonché gli architetti Ciro Raggio e Fabrizio Russo che hanno curato «quella che dovrebbe essere la soluzione definitiva al problema da decenni ritenuto il più importante dell’assistenza sanitaria assicurata al “Sant’Elia”», sino ad ora ritenuto inadeguato e vetusto e non in grado di accogliere al meglio gli ammalati (ogni anno si registrano ben 32 mila accessi di pazienti che hanno bisogno di cure urgenti, dei quali il 12-13% vengono poi ricoverati nei vari reparti).

«Sarà un pronto soccorso all’avanguardia - ha detto il manager Iacono, che da tempo si sta adoperando per dotare il nosocomio nisseno di un reparto adeguato - e forse il migliore della Sicilia, che avrà uno spazio complessivo di 800 metri quadrati e ben cinque ambulatori, ciascuno dei quali destinato ai codici rossi, gialli e bianchi, uno all’isolamento ed uno ai codici rosa per donne che hanno subìto violenze. Ci saranno pure una “camera calda” con accesso diretto al pronto soccorso, due sale per accogliere gli ammalati, che li ospiterà prima e dopo il triade, e un locale confortevole riservato ai pazienti in attesa che devono sottoporsi alla terapia e per i parenti degli ammalati. Un progetto studiato con cura, che avrà sicuramente un risultato positivo, che verrà ulteriormente valorizzato dal fatto che questi lavori avranno un costo complessivo di soli 270 mila euro, che è veramente una somma esigua considerato quello che verrà realizzato».

«L’ingresso del pronto soccorso avverrà dall’accesso utilizzato sino ad ora per entrare all’Obi - ha spiegato ancora Iacono - e utilizzeremo i locali che inizialmente erano stati destinati alla Anestesia ed alla Rianimazione. Locali che stiamo riadattando al meglio, in maniera da rendere il “Sant’Elia” struttura ospedaliera veramente di eccellenza».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: