Notizie locali
Pubblicità
Sicilia, presenze nei bar e nei negozi crollate del 39%: ce lo dice Google

Covid-19

Sicilia, presenze nei bar e nei negozi crollate del 39%: ce lo dice Google

Di Redazione

Diminuisce in tutta Italia la frequentazione di luoghi pubblici come bar e centri commerciali, ma la contrazione maggiore è nelle quattro regioni rosse. Lo si evince dai dati di Google sugli spostamenti, aggiornati al 6 novembre, da cui emerge che su scala nazionale si sono ridotti del 40% - rispetto al periodo pre-Covid - gli spostamenti per «retail e tempo libero», categoria che comprende luoghi quali ristoranti, bar, centri commerciali, parchi a tema, musei, biblioteche e cinema.

Pubblicità

Risultati sopra la media si registrano solo nelle quattro regioni della zona rossa, che hanno più che dimezzato questi spostamenti - Calabria (-57%), Lombardia (-64%), Piemonte (-61%) e Valle D’Aosta (-75%) - cui si aggiunge il Trentino Alto Adige (-49%).  Appena sotto la media le prime due regioni arancioni, Puglia e Sicilia, a -39%. Seguono Campania (-37%), Lazio (-32%), Toscana e Umbria (entrambe a -30%), Basilicata (-29%), Molise e Veneto (entrambe a -28%), Marche (-27%), Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Liguria (tutte a -26%), Sardegna (-24%). 

Sempre in base ai dati forniti da Google, nelle quattro regioni rosse risultano diminuiti più della media nazionale anche altri tipi di spostamento. In luoghi come spiagge, parchi e giardini pubblici, a fronte di un calo nazionale del 15%, si ha un -36% in Calabria, -41% in Lombardia e in Piemonte, -47% in Valle d’Aosta.
Gli spostamenti degli italiani per alimentari e farmacie sono diminuiti in media dell’8%, cifra che arriva al -23% in Calabria e Piemonte, -26% in Lombardia e -35% in Valle d’Aosta.
Guardando al trasporto pubblico, la frequentazione di stazioni ferroviarie, della metropolitana e degli autobus risulta ridotta in Italia, in media, del 45%. In Calabria è al -50%, in Lombardia al -61%, in Piemonte al -56% e in Valle d’Aosta al -67%.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: