home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Santo e Andrea, i due cugini catanesi
campioni di lotta e uniti nella morte...

Il tragico schianto di uno scooter in via Palermo ha spezzato la vita di Santo Rapisarda e Andrea Zappalà, due giovani che erano anche straordinari talenti dello sport etneo

Santo e Andrea, i due cugini catanesicampioni di lotta e uniti nella morte...

Da sinistra Santo Rapisarda, Andrea Zappalà

CATANIA - Nell'incidente stradale mortale di oggi pomeriggio in via Palermo a Catania, hanno perso la vita due giovani cugini a bordo di uno scooter. Erano due sportivi, due atleti che praticavano la lotta con la Pol. Energy Club Catania di Claudio Alonzo, due straordinari talenti che stavano dando la scalata ai vertici assoluti. Santo Rapisarda e Andrea Zappalà, rispettivamente classe 2002 e classe 2000, erano conosciuti da tutto l’ambiente della lotta dove un altro loro cugino, Daniele Ficara, adesso tecnico alla Lotta Club Jonio, aveva vinto titoli a tutti i livelli indossando la maglia della Nazionale. Maglia azzurra che aveva già indossato anche Santo Rapisarda, ritenuto tra i più grandi talenti della lotta libera italiana.

Tesserato per la Pol. Energy Club Catania, la società di via Cordai dove era allenato dal tecnico Claudio Alonzo, pur giovanissimo Santo aveva già nel suo palmarès titoli italiani e podi nelle più importanti manifestazioni nazionali di lotta e due anni fa aveva anche vestito l'azzurro agli Europei.

«Una notizia che ci ha lasciato nello sconforto - il commento di Salvo Campanella, ex olimpionico e responsabile della Federlotta catanese -. Al Centro federale della Fjilkam alla Plaia a Catania era ben voluto da tutti durante gli allenamenti collegiali e la sua crescita in tutti questi anni era stata sempre continua. Nel futuro di Santo c'era la possibilità di centrare la maglia della Nazionale assoluta.... L'ultimo suo successo lo scorso novembre al Trofeo delle Regioni dove aveva sbaragliato il campo». Andrea Zappalà dal canto suo nella categoria cadetti aveva fatto man bassa di podi e insieme al cugino Santo sperava di ripercorrere la strada dell’altro cugino Daniele Ficara.

La scomparsa di questi due talenti ha profondamente colpito tutta la lotta siciliana e tutti coloro che avevano avuto la fortuna di conoscere questi due straordinari ragazzi che oltre ad essere cugini erano legati dalla passione per la lotta.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP