Notizie locali
Pubblicità
Anche Igea Banca con Irfis per aiuti alle imprese siciliane

Economia

Anche Igea Banca con Irfis per aiuti alle imprese siciliane

Di Redazione

PALERMO - Irfis e Igea Banca insieme per garantire liquidità alle imprese siciliane, in questo momento di particolare difficoltà legato alla pandemia. Grazie a un accordo firmato con l’istituto regionale saranno garantiti alle aziende prestiti fino a 100 mila euro, con la prima rata a sei mesi e con spese e garanzie coperte dal Fondo Sicilia sul quale l'amministrazione regionale ha impegnato 30 milioni di euro. "La misura straordinaria di liquidità è già in corso di strutturazione e sarà a brevissimo accessibile ai nostri imprenditori, come peraltro le moratorie", ha spiegato all’Italpress l’assessore all’Economia e vicepresidente della Regione Siciliana Gaetano Armao. Mentre in Giunta - spiega Armao - è stata approvata "l'estensione dell’accordo con l’ABI per il finanziamento della cassa integrazione, e questo consentirà, di fronte all’enorme massa di domande che stanno pervenendo all’assessorato del Lavoro, di utilizzare il sistema bancario per fare fronte ai legittimi bisogni e alle legittime aspettative dei lavoratori che vengono messi in cassa integrazione". "L'accordo con Igea rappresenta un passo in avanti della Msl, la Misura straordinaria di liquidità che è la soluzione che in Sicilia abbiamo già deliberato il 10 marzo, e consente una prima opportunità finanziaria per le imprese che sarà ulteriormente rafforzata dalle proposte inserite in manovra", conclude Armao.

Pubblicità

La partnership con Irfis è stata in questi anni determinante e ancora di più lo sarà in un momento difficile come quello attuale", spiega Francesco Maiolini, direttore generale di Igea Banca, "la Regione Siciliana - Irfis ha la capacità di proporre soluzioni finanziarie in linea con le aggiornate tendenze al fine di rafforzare e integrare le misure previste a livello nazionale". "Questo accordo consente alle imprese di chiedere un prestito di pronta liquidità fino a 100 mila euro con garanzie e spese coperte dal Fondo Sicilia", conferma all’Italpress Giacomo Gargano, presidente dell’Irfis. "Il governo aveva deliberato la misura qualche settimana fa e abbiamo definito l’accordo con le banche per operare subito, nelle more della sottoscrizione dell’accordo con Abi, quando poi si uniranno anche le altre banche". Una mossa, aggiunge "fatta per anticipare e accelerare i tempi". Gli imprenditori potranno rivolgersi direttamente alla banca che, dopo la valutazione, presenterà la domanda all’Istituto regionale. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: