home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Comune sciolto per mafia, ex sindaco di Vittoria: «Non ho mai favorito malavita»

Giovanni Moscato ha presentato un ricorso al Tar del Lazio per lo scioglimento, considerato un provvedimento "iniquo ed ingiusto"

Comune sciolto per mafia, ex sindaco di Vittoria: «Non ho mai favorito malavita»

VITTORIA (RAGUSA) - L’ex sindaco di Vittoria Giovanni Moscato ha presentato ricorso al Tar Lazio contro il provvedimento di scioglimento del Comune per mafia deciso dal Consiglio dei ministri lo scorso 27 luglio e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 5 settembre. Lo ha comunicato ai giornalisti l’ex sindaco di Vittoria parlando di un "provvedimento iniquo ed ingiusto".
«Non ho mai favorito esponenti malavitosi in alcun modo - ha aggiunto Moscato - e nella relazione del prefetto di proposta dello scioglimento del Comune non c'è un solo atto "contaminato".  

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • ASTOLFO

    08 Novembre 2018 - 17:05

    Il sindaco di Vittoria potrebbe aggiungere che, all'ingresso della città, c'è un vistoso cartello che GARANTISCE che Vittoria è una "Città antimafia", quindi non si capisce come mai ai magistrati sia venuto in mente il contrario. Possibile che non se ne sia mai accorto nessuno? Basterebbe mandare una fotografia della targa, e i magistrati archivierebbero di sicuro immediatamente l'inchiesta con tante scuse! Se, nonostante la targa chiarissima, non si dovessero ancora fidare, il sindaco potrebbe presentare una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà e certificarlo ufficialmente: Vittoria è una città antimafia! Perché vi ostinate a dire il contrario?

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa