Notizie locali
Pubblicità

Sport

In Belgio prima vittoria di Leclerc in F1 con la Ferrari: la dedica è per Hubert

Di Redazione

SPA-FRANCORCHAMPS - Charles Leclerc ha vinto su Ferrari il Gp del Belgio, tredicesimo appuntamento del Mondiale di Formula 1 disputato sul circuito di Spa-Francorchamps. E’ la sua prima vittoria in carriera. Il monegasco ha vinto in volata su Lewis Hamilton, secondo, poi Valtteri Bottas, terzo. Quarto l'altro ferrarista Sebastien Vettel. 

Pubblicità

A Spa-Francorchamps il pilota monegasco, pole-man del sabato, festeggia il primo successo in carriera portando la SF90 davanti alle due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Quarta l'altra Ferrari di Sebastian Vettel, autore del giro veloce, che durante il corso della gara ha agevolato il lavoro di Leclerc concedendo la posizione al compagno di squadra, dopo un ordine di scuderia arrivato al 26° giro, e complicando la rincorsa alla prima posizione di Hamilton. Quinto posto per la McLaren di Lando Norris davanti alla Racing Point di Sergio Perez e alla Red Bull del neopromosso Alexander Albon. Chiudono la top-10 Daniil Kvyat (Toro Rosso), il pilota italiano Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) e Pierre Gasly (Toro Rosso). Niente da fare per Max Verstappen che dopo 21 gare di fila in top-5 interrompe la serie positiva ritirandosi a causa di un incidente nel primo giro, in curva 1, con Kimi Raikkonen. Nell’elenco dei ritirati figura anche il nome di Carlos Sainz (McLaren) a causa di un problema tecnico alla sua monoposto dopo un contatto nelle fasi iniziali e di Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) per un incidente nell’ultimo giro. 

Quella di Leclerc è una vittoria storica che potrebbe richiamare una grande marea rossa tra sette giorni al Gp di Monza, ma lo stesso pilota fatica a festeggiare pensando alla morte del povero Anthoine Hubert nella gara di Formula 2 di ieri. E infatti il ferraristi dopo la bandiera a scacchi, via radio ha commentato: «Un sogno che diventa realtà, ma non si può festeggiare in un weekend come questo». E appena sceso dalla sua monoposto ha indicato il cielo e l’adesivo «Racing for Anthoine» che oggi tutti i piloti aveva attaccato a caschi e vetture. 

Quando arrivato ai microfoni, Leclerc ha confermato: «E' stata una giornata molto difficile ma che porterò nel cuore. Da una parte il sogno che avevo fin da bambino si è realizzato, d’altro canto è stato un weekend molto difficile perchè ho e abbiamo perso un amico». Il pilota monegasco ha aggiunto: «Vorrei dedicare la mia prima vittoria a Hubert, siamo cresciuti insieme - ha aggiunto Leclerc - Non posso godermi la mia prima vittoria come avrei voluto e un pensiero va a lui». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA