Notizie Locali


SEZIONI
°

Carnevale

Melilli, il Carnevale “più stretto” d’Italia

Grandi nomi, tanto divertimento e una definizione speciale e nel contempo curiosa. I maestri carristi sono costretti a fare i conti con le viuzze del centro storico

Di Redazione |

Grandi nomi, tanto divertimento e una definizione speciale e allo stesso tempo curiosa: è il Carnevale di Melilli, giunto alla sua 64^ edizione, non è solo un Carnevale storico, ma è anche stato definito come il “Carnevale più stretto d’Italia”. Perché? Perché i maestri carristi sono “costretti” – si fa per dire – a fare i conti con le viuzze strette del delizioso centro storico di Melilli e, dunque, devono ingegnarsi (lo fanno da oltre 60 anni) per progettare dei veri e propri carri in versione mignon, che, però, poi “esplodono”, ovvero si aprono una volta che sono giunti in piazza.

Un Carnevale che grazie alle sue peculiarità è stato inserito nella rete dei Carnevali storici d’Italia dal ministero della Cultura. Un lungo weekend di appuntamenti dedicati a tutti scandirà questa 64^ edizione del Carnevale di Melilli.

Giorni all’insegna della spensieratezza, dei colori e del divertimento, conditi dalla presenza di grandi nomi dello spettacolo e della musica. A partire dalla madrina, la modella e influencer Taylor Mega, ma anche il dj Molella, le sorelle Giulia e Silvia Provvedi, meglio conosciute come “Le Donatella” e gli ospiti in arrivo da Radio 105.

Appuntamenti per tutte le età, che coinvolgeranno anche Villasmundo e Città Giardino. «Il Carnevale di Melilli – spiega il sindaco  Giuseppe Carta – è uno dei più storici della penisola ed è riconosciuto come il più stretto d’Italia vista la peculiarità che contraddistingue il centro storico della Terrazza degli iblei. Stradine strettissime che costringono i maestri carristi alla costruzione di carri mignon, dalla larghezza massima di poco più di 2 metri, che poi una volta raggiunti spazi più ampi si estendono, come vere e proprie pergamene, raggiungendo misure impensabili che sfiorano i 12 metri in larghezza e i 15 in altezza».

«Come da consuetudine – prosegue Carta – l’offerta artistica di un certo livello rappresenta il fiore all’occhiello del Carnevale di Melilli, Villasmundo e Città Giardino, che ha contribuito a portare ogni anno migliaia di presenze sul territorio. Le sfilate in maschera e i carri allegorici, vista la bellezza e la pregevole fattura, sono ormai appuntamenti consolidati per gli appassionati».

«Ma il nostro Carnevale è anche altro, dalla possibilità di visitare mostre, quali ad esempio quella del Museo di Moto d’Epoca, alla ricca offerta gastronomica, con una ventina di stand allestiti per l’occasione, a giostre e intrattenimento per i più piccoli. E un servizio navetta per raggiungere i punti nevralgici dei festeggiamenti. Un ricco palinsesto che fa della cura dei dettagli uno dei suoi punti di forza così come l’attivazione di protocolli di sicurezza per garantire serenità a tutti gli intervenuti».

Oggi, giovedì Grasso, l’inaugurazione del lungo weekend di festa, con la sfilata di Re Carnevale da piazza Umberto fino a piazza San Sebastiano e, poi, la prima grande serata dedicata alla musica con gli Shakalab e il dj set. Anche domani protagonista la musica con gli Archinuè, Alex Spagnuolo e Giovanni Nicastro ad alternarsi sul palco di piazza San Sebastiano.

Arriviamo a sabato: alle 16 il raduno dei gruppi in maschera, con la sfilata che si muoverà da piazza Umberto fino in piazza San Sebastiano, tra suoni e balli, esibizioni ed evoluzioni. Alle 22 in piazza San Sebastiano si balla con dj Lino Bottaro, vocalist Michael Arsì e Francesco Teodoro, conduzione di Mimmo Contestabile.

Domenica 11, invece, di mattina il momento dedicato ai bambini in maschera, poi la sfilata dei carri in piazza Carmine e, alle 19,30, il sax di Luigi Zimmitti e lo show live Carnival Experience in piazza San Sebastiano dove, alle 21, arriverà Lda, il cantante Luca D’Alessio, figlio di Gigi, pronto a esibirsi nei suoi pezzi più famosi.

Lunedì alle 17 un’altra sfilata lungo il centro storico dei gruppi in maschera e notte con dj set in piazza San Sebastiano. Martedì la sfilata conclusiva: alle 15 la partenza da piazza Carmine, alle 19,30 in piazza San Sebastiano l’esibizione del gruppo Los Deseos che anticipa l’arrivo della madrina Taylor Mega e il dj set con Molella. Oggi l’atmosfera di Carnevale ha invaso anche Città Giardino, con l’animazione per bambini in maschera nelle scuole elementari. Sarà Carnevale anche a Villasmundo con la conduzione delle serate affidate a Elisa Lisitano: sabato pomeriggio sfilata dei carri allegorici e dei gruppi in maschera a partire dalle 17, poi alle 21 si balla in piazza Risorgimento con Radio Sud Orientale. Domenica sera arriveranno Le Donatella a chiudere una lunga giornata dedicata ancora ai più piccoli e alle sfilate, con lo spettacolo itinerante Black and White Street Band.

Grande chiusura il Martedì Grasso: alle 17 ancora sfilata, poi alle 20 dj set e, alle 22, il Dj Comollo e Fabio Alisei di Radio 105 per salutare il Carnevale. L’amministrazione comunale ha previsto un servizio navetta, collegando i parcheggi del campo sportivo, di piazzale Padre Pio e Piano fiera con il centro, così da facilitare i tanti visitatori che raggiungeranno Melilli in questo weekend.

Allestito anche uno speciale piano sicurezza.

«Vi aspettiamo al Carnevale più Stretto d’Italia – è l’invito del sindaco Carta – per scoprirne dal vivo i segreti e le bellezze. La Terrazza degli Iblei è pronta ad accogliervi». E a emozionare i propri visitatori: arte, cultura e tradizioni che si uniscono per dare vita alla festa più divertente dell’anno e, a questo punto, anche più “stretta”. Perché, come già detto, i carri allegorici, pur essendo apparentemente comuni a tanti altri Carnevali, rendono Melilli una città unica nel suo genere. Il suo centro storico, caratterizzato da viuzze strettissime e spesso impraticabili, costringe infatti ogni anno le comitive di carristi a ingegnarsi nella progettazione di carri mignon, carri cioè dalla larghezza di massimo 2 metri e 40.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: