Notizie Locali


SEZIONI
Catania 25°

Spettacoli

La sarda Iris Mulas incoronata a Taormina come la nuova “Ragazza per il cinema»

Di Redazione |

TAORMINA – E’ una bellezza sarda la nuova Ragazza per il Cinema 2019. Iris Mulas, 16 anni, di Assemini, con il numero 87, è stata proclamata vincitrice al termine della finale che si è tenuta al Teatro Antico di Taormina. «Sono emozionata, ma felicissima, dedico questa vittoria ai miei genitori, che mi hanno aiutato in questa avventura – ha affermato a caldo la nuova Miss – un grosso abbraccio a tutte le altre ragazze che ho conosciuto. Ci avevo provato l’anno scorso, ma ero arrivata seconda. Quest’anno ho voluto riprovare, il mio obiettivo era vincere…ho vinto. Ancora devo metabolizzare, non ci credo ancora. E’ stata un’esperienza che non dimenticherò. Amo il mondo dello spettacolo, mi piacerebbe intraprendere una carriera come attrice, oppure conduttrice, …un mondo che amo!»

Seconda classificata la numero 34 Stefania Parascheva, 17 anni, di Albignasego, Veneto, al terzo posto la numero 37 Angelica Perna, 17 anni, di Lucca, Toscana. 

Naomi Moschitta, catanese, eletta nel 2018, dopo un anno ricco di esperienze artistiche straordinarie, lascia la corona alla nuova eletta della regione Sardegna. Per lei si aprono le porte del cinema, grazie a Studio Cinema Roma, del Director Casting Pino Pellegrino. Naomi, infatti, per volontà dei patron Lo Presti ed Eramo e del Maestro Pellegrino, si è aggiudicata una borsa di studio, annunciata dallo stesso Antonio Lo Presti, in conferenza stampa finale.   

«Una Ragazza Per il Cinema, per aspiranti modelle – afferma il Patron Nazionale Antonio Lo Presti – si differenzia da ogni altro Concorso, perché non punta alla ricerca esclusiva della bellezza femminile, ma tende ad individuare attraverso le numerose selezioni, elementi nuovi dotati di talento, personalità e dalle precise caratteristiche professionali per essere proposte nel Mondo dello Spettacolo, della Moda, del Cinema, della Pubblicità e della Televisione. Non siamo secondi a nessuno, anche se cercano di imitarci».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati