Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

Bronzi Riace, grande festa tra arte e leggende

50 anni da scoperta. Franceschini, simbolo e sfida per l'Italia

Di Redazione

ROMA, 07 LUG - Una lunga maratona di eventi tra visual art e cinema, street art e fumetto, realtà aumentata e mostre, accanto a digitale, archeologia pubblica, mapping e convegni, un portale web dedicato e perfino una "notte bianca" per raccontare fino al 2023 la molteplice ricchezza storico artistica della Calabria attraverso due testimonial d'eccezione: sarà una festa, con tutta la potenza di una storia di arte, eroi, guerrieri e leggende che nasce dal mare, quella di Bronzi50 1972-2022, la serie di celebrazioni per il Cinquantenario del ritrovamento dei Bronzi di Riace, avvenuto il 16 agosto 1972. Le due statue, recentemente candidate come bene Unesco, con la loro perfezione scultorea - ma anche con i misteri ancora non del tutto chiariti - sono divenute nel tempo il simbolo della Magna Grecia, della Calabria, del Mediterraneo, e adesso, in questo anniversario, saranno il "motore" di tante iniziative di valorizzazione. Un complesso e lungo percorso per raccontare la Calabria, dapprima, da luglio a settembre, con l'obiettivo di promuoverne l'eccellenza culturale, e poi, da ottobre a dicembre e ancora per il 2023, per far "viaggiare" la regione in tutta Italia e nel mondo, attraverso interventi artistici dal linguaggio contemporaneo. "I Bronzi di Riace sono un investimento e una sfida per il nostro Paese, devono diventare un simbolo dell'Italia", ha detto questa mattina Dario Franceschini, ministro della Cultura, alla presentazione a Roma delle celebrazioni, "serve la promozione ma anche le infrastrutture, servono i collegamenti con gli aeroporti, l'alta velocità". "I festeggiamenti devono rappresentare un cambio di passo nella valorizzazione di quello che è un attrattore culturale non solo della Calabria, ma di tutto il Paese", ha aggiunto Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria, "abbiamo tante opportunità culturali che negli ultimi 50 anni non abbiamo valorizzato e i Bronzi spero servano a farle conoscere".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA