Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

"Facci fallire!": la solidarietà dissacrante di Taffo a Fedez

L'impresa si scaglia contro gli haters: "Loro disumani, forza!"

Di Redazione

«Di fronte alla malattia e di fronte alla morte siamo tutti uguali. Ma qualcuno è decisamente disumano nei confronti di chi sta lottando. Forza #Fedez». Nel suo solito modo dissacrante e intriso di black humour Taffo Funeral Service Ancona, pagina social della filiale locale dell’impresa di onoranze funebri, esprime la sua solidarietà al cantante che sta affrontando una difficile battaglia con il cancro e ha deciso di raccontare la sua esperienza sui social. 
 Dopo la sua operazione sono arrivate tantissime manifestazioni di incoraggiamento e di affetto da parte dei fan sia a lui che alla moglie Chiara Ferragni. Assieme ad esse, anche se in misura minore, sono piovute tante parole d’odio. Veleno per l’entrata di Chiara Ferragni nella camera d’ospedale, ma non si tratta un «trattamento di favore» come gli hater ipotizzano: dai primi di marzo nei reparti del San Raffaele le visite sono permesse con Green pass e tampone e in più Fedez è ricoverato in un reparto solventi dell’ospedale (in cui tutte le camere hanno due letti: uno riservato al paziente e l’altro, eventualmente, all’accompagnatore). E poi disgustosi auguri di morte, strampalati e antiscientifici collegamenti tra la sua malattia e la vaccinazione anti Covid: insomma il repertorio delle prodezze orribili degne dei soliti leoni da tastiera. Taffo ha voluto prendere posizione contro gli hater citando anche il titolo dell’ultimo album del cantante «Disumano». 
 Il rapper 32enne ha raccontato di essere stato sottoposto lunedì a un delicatissimo intervento durato oltre 6 ore per la rimozione di un raro tumore endocrino al pancreas al San Raffaele di Milano. Lo aspetta, come egli stesso ha annunciato ai fan non nascondendo le lacrime, un lungo percorso di cure. Ha deciso di condividere la sua esperienza per dare speranza anche solo «a una persona» che si trova nella sua difficile situazione. Tra le manifestazioni di affetto a Fedez particolarmente significativa quella di Gianluca Vialli, alle prese a sua volta con la malattia, che lo ha chiamato prima dell’operazione: «Fino a qualche giorno fa - ha raccontato il cantante - non ci conoscevamo nemmeno, poi una telefonata pochi giorni prima dell’intervento che difficilmente dimenticherò. "Spero di poter dare un pò di supporto alle persone così come hai fatto tu con me». 
 Commovente anche il messaggio della mamma di Fedez, Annamaria Berrinzaghi chiamata Tatiana, che ha rotto il silenzio dopo questi giorni di apprensione e dolore: «Super ripresa, sei una roccia. Ringrazio tutti per il supporto». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: