Notizie locali

Archivio

Mafia: arresto fratello vedova Schifani, gip 'raccoglieva soldi estorsioni per detenuti'

Di Redazione

Palermo, 18 feb. (Adnkronos) - Giuseppe Costa, detto 'U Checcu', cioè il balbuziente, il fratello della vedova di Vito Schifani, uno degli agenti di scorta di Giovanni Falcone, morto nella strage di Capaci, secondo gli inquirenti avrebbe svolto "le funzioni di esattore delle richieste estorsive, destinandole ai carcerati". E' quanto scrive il gip nella misura cautelare per l'arresto di Costa e altre sette persone, tra cui Gaetano Scotto, il boss mafioso che era stato ingiustamente accusato della strage di via D'Amelio. "Plurime sono le emergenze di indagini che confermano la gravità indiziaria a carico di Costa", scrive il gip. Sembra che da molti anni i rapporti tra Giuseppe Costa e la sorella Rosaria fossero inesistenti. Anzi, secondo quanto apprende l'Adnkronos, il fratello aveva preso le distanze dalla sorella vedova della scorta di Falcone e "il gesto era stato apprezzato da Cosa nostra", come emerge dalle intercettazioni.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: