Notizie locali
[type=TEXT, value=]

Video dalla rete

Feltri-Camilleri è rivolta social contro giornalista che ribadisce: «Elogio allo scrittore ma Montalbano mi sta sui co.......»

Di Redazione
Pubblicità

ROMA - «#Feltri definisce Montalbano 'Terrone rompicoglioni». Guarda che si dice cabbasisi». C'è chi usa l’ironia e chi va giù più pesante, ma è praticamente unanime la rivolta social per l’editoriale di Vittorio Feltri su "Libero" che, pur riconoscendo la «mirabile» arte di Andrea Camilleri, se la prende con la sua creatura più nota, il commissario Montalbano. In poche ore, l’hashtag #Feltri diventa primo nei trend topic e i commenti non vanno certo per il sottile. «I libri di Camilleri - scrive Pamela Ferrara - resteranno nella storia della letteratura. Gli articoli di #Feltri, al massimo, verranno citati come esempio di giornalismo vergognoso». «Ma c'è seriamente qualcuno - twitta Luca Cocozza - che si sorprende ancora per le vaccate che #Feltri scrive su quella carta per imballaggio che lui si ostina a chiamare giornale?».

Frattanto i giornalisti Sandro Ruotolo e Paolo Borrometi, in segno di contrarietà con l'editoriale di Feltri, hanno deciso di autosospendersi dall'Ordine dei giornalisti. Lui, il diretto interessato, ai microfono di Radio Radio Tv, continua a mantenere la sua posizione precisando di non aver dichiarato nulla di offensivo nei confronti dello scrittore empedoclino.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità