home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Calcio Catania: il difensore Aya ha firmato, Barisic passa all'Andria

Contratto biennale per il neo rossazzurro, la punta slovena ceduta in prestito

Calcio Catania: il difensore Aya ha firmato, Barisic passa all'Andria

Che il difensore romano fosse felice d'indossare la maglia rossazzurra, era ormai risaputo tanto da aver rinunciato a offerte di squadre di Serie B e fra l'altro Aya aveva subito raggiunto l'intesa con il direttore sportivo del Catania, Cristian Argurio ma essendo legato da un altro di anno di contratto con l'Andria, bisognava risolvere quest’intoppo.

La trattativa tra le due società è è andata avanti per qualche giorno: il club pugliese oltre a richiedere una determinata somma - Aya ha un valore di mercato tra i 200 e i 250mila euro - aveva chiesto almeno due giocatori. Alla fine la trattativa si è concluso con uno scambio: ad andare in prestito all'Andria è stato l'attaccante sloveno Maks Barisic che ha così lasciato il ritiro di Torre del Grifo e avrà sicuramente più spazio nella squadra pugliese dove potrà acquisire quell'esperienza che ancora gli manca avendo giocato poco finora e potrà perfezionare le sue qualità migliorando in fase conclusiva e nel tenere la palla tra i piedi. Diciamo questo perché Barisic è un giovane dotato di una ferrea volontà e che non si tira mai indietro, insomma un elemento potenzialmente validissimo, scuola Milan tanto per intendersi alla corte di Inzaghi e che verrà sicuramente utile in futuro al Catania.

Le caratteristiche di Aya? Difensore centrale, può fare comunque sia il terzino destro che sinistro e si adatta a ogni esigenza, ma soprattutto il nuovo acquisto del Catania ha tanta voglia di contribuire al rilancio della squadra rossazzurra e poi sa pure trasformarsi in uomo gol.

Lo scorso anno, il secondo di fila nell' l'Andria di cui è stato pure il capitano, ha giocato 34 partite centrando il bersaglio per tre volte ed è stato pure eletto “miglior difensore dell’anno» in Lega Pro dalla giuria dell’Italian Sport Awards, premio patrocinato dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano, dalla Federazione Italiana Gioco Calcio e dalla Lega Italiana Calcio Professionistico.

Il difensore romano vanta pure un'esperienza in Nazionale visto che ha indossato la maglia dell'Italia Under 20.

Giocatore dal fisico imponente e agevolato dai suoi 184 centimetri di statura, Aya è cresciuto nella Fiorentina, un vero punto di forza della Primavera - 51 presenze e quattro reti – collezionando qualche convocazione nella prima squadra senza però mai giocare.

Nella stagione 2010-2011 fu ingaggiato dalla Reggiana in serie C dove vi restò per 4 stagioni restando praticamente fermo l'ultimo anno. Una parentesi difficile per il giocatore romano trattato non bene e con indifferenza dai vertici della società emiliana . Quindi dopo essere rimasto fermo per un anno - “Fu terribile per me, un vero incubo per me" dichiarò allora Aya - nel gennaio del 2014 il trasferimento in C2 al Rimini: tredici gare un gol e poi il passaggio alla Torres 1903 con 2 reti in 28 presenze. Questo il curriculum di un difensore che ha le tutte caratteriste richieste dal nuovo allenatore rossazzurro Cristiano Lucarelli che lo aveva inserito nella lista dei giocatori da ingaggiare per potenziare il reparto offensivo rossazzurro ed è stato così accontentato.

Il difensore italo argentino al momento attuale avrebbe un posto sicuro da titolare nel 3-5-2 di Lucarelli. Una retroguardia che dovrebbe essere composta da Aya, Tedeschi e Marchese, ma è fin troppo evidente che occorre almeno un altro elemento per mettersi al sicuro e avere le giuste e dovute alternative.Il tempo c’è.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa