Notizie Locali


SEZIONI
Catania 15°

Adnkronos

Dal Consorzio della mozzarella di bufala campana Dop una maxi treccia tricolore a Mattarella

Omaggio in occasione della visita del Capo dello Stato alla Reggia di Caserta

Di Redazione |

Roma, 29 feb. (Labitalia) – Una maxi-treccia tricolore in onore del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che oggi ha inaugurato la nuova ala ovest della Reggia di Caserta. È l’omaggio del Consorzio di Tutela della mozzarella di bufala campana Dop per il Capo dello Stato. Il treccione, dal peso di 3 chili, è stato ottenuto con 12 litri di latte fresco di bufala mediterranea italiana ed è stato avvolto in un nastro con una coccarda tricolore. L’omaggio è stato messo in esposizione nel ‘corridoio delle eccellenze’, voluto dalla Direzione della Reggia di Caserta: un percorso di conoscenza e degustazione dei prodotti simbolo del territorio, allestito proprio per la visita di Mattarella e delle altre autorità. “Siamo orgogliosi dell’arrivo del Presidente Mattarella, a cui esprimo un profondo senso di gratitudine per l’alto magistero che la sua guida rappresenta per il Paese”, commenta il presidente del Consorzio, Domenico Raimondo. “Il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop – prosegue Raimondo – ha la sua sede proprio nelle Regie Cavallerizze della Reggia di Caserta, in virtù di un accordo unico nel suo genere tra ministero della Cultura e ministero dell’Agricoltura, volto a sottolineare la forte alleanza necessaria tra eccellenze del made in Italy”. “La nostra filiera rappresenta il custode di una tradizione agricola e artigianale secolare, che ha in questo territorio una delle sue massime espressioni. Ma soprattutto la filiera bufalina ha un impatto sociale ed economico positivo in una terra complessa, spesso bersaglio di strumentalizzazioni, ma che invece con coraggio ha saputo superare momenti critici. Per tutti noi, dunque, la visita di Mattarella oggi rappresenta una indelebile iniezione di fiducia e ci dà nuova linfa per guardare al futuro”, conclude.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: