Notizie Locali


SEZIONI
°

Adnkronos

Milano: doveva scontare 5 anni per furti e rapine, rintracciato in campo nomadi

Di Redazione |

Milano, 25 mar. Era destinatario di un ordine di carcerazione emesso il 5.1.2022 dalla procura generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Milano, per l’espiazione della pena di 4 anni 11 mesi e 10 giorni di reclusione per una serie di furti e rapine commessi a Milano, ma da tempo aveva fatto perdere le proprie tracce. Ieri mattina, però, è stato rintracciato in un campo nomadi e arrestato.

Gli agenti della squadra investigativa del commissariato Greco Turro, in collaborazione con i poliziotti del commissariato Sesto San Giovanni, della squadra mobile di Milano e di Pavia, di equipaggi del reparto prevenzione crimine e del gabinetto regionale della polizia scientifica, hanno condotto un’intensa e laboriosa attività di indagine sviluppatasi nelle settimane precedenti a Vigevano, nel pavese, presso un terreno di circa 800 metri quadri. Attraverso degli accertamenti catastali, Gli agenti del commissariato di via Perotti hanno verificato come il terreno, accessibile da un cancello posto alla fine della strada della Pescatora, fosse stato frazionato in più particelle acquistate da diverse famiglie nomadi. E in una di queste, all’interno di una roulotte stabilizzata, è stato rintracciato l’uomo che, al momento del blitz, stava dormendo.

L’uomo, che è stato condotto al carcere di Opera, è stato, indagato anche per possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi perché nel corso della perquisizione, all’interno del suo portafogli, è stata rinvenuta e sequestrata una carta d’identità, in corso di validità intestata al fratello ma riportante la foto del catturando. Inoltre gli agenti hanno anche notificato il decreto di sospensione della misura di sicurezza detentiva della Casa Lavoro emesso nell’anno 2019 per la violazione di un permesso premio. E nell’occasione, hanno proceduto al controllo delle altre persone e dei veicoli presenti nel campo.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: