Notizie Locali


SEZIONI
Catania 22°

ROMA

Archivio Vasari, la denuncia dei Festari

Di Redazione |

ROMA, 19 LUG – Un furto misterioso, funzionari dello Stato che si “accaniscono” contro la famiglia degli eredi invece di spalleggiarli nel tentativo di riunire le due parti del prezioso archivio, un esproprio contestato con il ricorso al Tar. Si intitola “Le verità nascoste” il corposo dossier con il quale i quattro fratelli Festari riportano alla ribalta l’intricata vicenda dell’Archivio Vasari, da decenni al centro di un contenzioso con lo stato italiano, che lo ha prima vincolato alla casa natale dell’artista e poi espropriato concedendo a loro, che lo avevano ereditato, un indennizzo di 1 milione e mezzo di euro mai accettato. “Abbiamo riproposto e ricostruito l’intera vicenda perché confidiamo nel nuovo governo, speriamo che finalmente qualcuno ci ascolti”, spiega Tommaso Festari che affiancato dal legale di famiglia Guido Cosulich e da due consulenti ha presentato la sua ricostruzione dei fatti. “Vogliamo che sia ristabilita la verità, non tolleriamo più che la nostra famiglia venga messa in cattiva luce”

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: