Notizie Locali


SEZIONI
Catania 30°

Catania

Catania, prima riunione per Cda Teatro Stabile

Di redazione |

CATANIA – Negli uffici del Centro fieristico Le Ciminiere, si è riunito per la prima volta il nuovo Consiglio di amministrazione del Teatro Stabile di Catania, presieduto da Carlo Saggio, designato dalla Città Metropolitana etnea. Si è trattato di una seduta plenaria del Cda a cinque previsto dal nuovo statuto dell’ente. Insieme al presidente, sono intervenuti la vicepresidente Lina Scalisi per il Comune di Catania; Loredana Lauretta per la Presidenza della Regione Siciliana; Fabio Roccuzzo per l’Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo; Raffaele Marcoccio per l’Ente Teatro di Sicilia. Erano altresì presenti i revisori dei conti Lorenzo Granata e Francesco Torre.

Il Cda ha affrontato i diversi “capitoli” attinenti sia l’amministrazione che l’attività artistica e la gestione dell’ente.

«Dal primo incontro – sottolinea il presidente Carlo Saggio – è emerso l’affiatamento del gruppo dei membri che compongono questo Cda e la convergenza sulle priorità da affrontare in sinergia con il collegio dei revisori, nel rispetto dei rispettivi ruoli. In quest’ottica incontreremo in tempi brevissimi i lavoratori, i sindacati e gli stakeholder. Tra gli impegni di maggior urgenza e rilievo c’è ovviamente quello di portare a compimento e a buon fine l’opera di risanamento finanziario pianificato dall’articolato e fondamentale lavoro compiuto dal commissario Giorgio Pace. Al contempo provvederemo a completare l’organigramma previsto dallo Statuto con la nomina della figura del direttore, che individueremo attraverso una procedura di evidenza pubblica. Soprattutto, a motivare il Consiglio è la volontà di operare nell’interesse esclusivo dell’istituzione e di proseguire nel percorso del suo rilancio in ambito regionale e nazionale, con un’azione responsabile che coniughi all’offerta artistica e culturale una concreta apertura alla società civile. A guidare le nostre scelte sarà il bene superiore del Teatro Stabile di Catania e una progettualità all’altezza del ruolo che gli compete in forza della sua storia ultracinquantenaria».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: